Tutti i posts con tag: procrastinare

Procrastinare il cambio di stagione con stile e dignità

Il caldo è arrivato. E io vi vedo, tutte sorridenti mentre sfoggiate shorts girochiappa e top giropuppe. Vi osservo mentre con disinvoltura grondate sudore da ogni poro della pelle e andate a caccia di raggi solari come fossero la coda dell’arcobaleno. E un po’ v’invidio. Perché io avrei goduto ancora per un po’ dell’innaturale frescura dei giorni precedenti, di quel clima autunnale che mi ha permesso di spararmi una ribollita alle otto di sera mentre fuori c’era ancora il sole. E invece, niente. Tra poco è estate e devo fare pace con le vostre ascelle aromatizzate al ragù di cinghiale, con la pressione che mi dona la vitalità di una medusa spiaggiata, i piedi doloranti e le mani gonfiate a due atmosfere. Che poi, capiamoci, se io potessi vivere su un’isola e sciaquettarmi in chiare e fresche acque cristalline, mi piacerebbe anche, questa stagione. Se il mio unico pensiero fosse abbinare il pareo (sono ancora in uso?) al costume, o quanto lime pestare nel mojito, la amerei anche, la calura. Però, mannaggia, lavoro! E per giunta …

La sindrome del violinista del Titanic: procrastinare in modo paraculo senza dare nell’occhio

Conoscete Wallace Henry Hartley? Questo povero disgraziato è passato alla storia perché era il direttore dell’orchestra del Titanic. Quello che suonò fino alla fine per rincuorare i passeggeri e morì annegato, con gli altri otto musicisti. Quello che, mentre Di Caprio faceva il figo per lasciare la zattera alla Winslet solo perché lei gliel’aveva data una volta, ci dava dentro con l’archetto. Ecco, io mi sento molto come lui. No, non per la mia abilità con gli strumenti, al massimo ho suonato delle robe strazianti col flauto dolce, alla medie. Quelle nenie tristi che spaziavano dalle canzoncine di Natale alla sigla dello spot della Barilla, tra genitori imbarazzati e parenti che a stento trattenevano il disagio. Il disagio vero, quello che cerchi di soffocare col panettone. A Wallace è correlata questa sindrome, detta in suo onore e memoria: Sindrome Del Violinista Del Titanic Che Suonava Fino Alla Fine Mentre Il Suddetto Titanic Affondava E Di Caprio Si Faceva La Winslet Che È Un Gran Pezzo Di Gnocca. Per comodità, la chiameremo SDVDT. Chi, come me, soffre …