Nuda veritas
12 Commenti

Luglio, col bene che ti voglio, suca

L’estate ha sfondato le porte. A me, personalmente, pure un po’ le ovaie, per via del mio carattere altezzosamente crepuscolare e della mia intolleranza al caldo e alla sovraesposizione ai raggi del sole. Ma tant’è.

La situa:

L’Adolescente ha terminato gli esami di scuola media. Ancora non ho capito se è mediamente felice o fottutamente isterico o ha saltato l’ostacolo e si gode il limbo che precede l’inizio delle superiori. Io e lui ci contendiamo sbalzi di umore e di pressione, ritrovandoci poi a ridere accasciati sul divano del salotto abbattuti dal caldo. Non prima di esserci mandati a quel paese che fa rima con culo.

Brituzzi patisce la noia, come uno spettro dispettoso si aggira tra le stanze della nostra casa-torre invocando il mio nome come se io fossi in grado di trasformarmi in un gruppo di giocolieri, in un ciccio-unicorno fucsia, in un’esploratrice del Regno di Sottoletto pronta ad intrattenerla. Invece mi limito a strappare piccoli brandelli di tempo e spazio al mio lavoro e a pregare le altre mamme che inviino le loro figlie a giocare con la mia, così che lei si diverta e io possa scrivere.

Manu è a lavoro, le ferie sono ancora lontane e giochiamo a fare finta che sia vacanza nei fine settimana. Del resto ci viene facile, c’è sempre un trolley da disfare e rifare, tra di noi.

Giuseppe va e viene dalla sua casa di Massa e da casa della sua fidanzata in Piemonte e zompetta tra gli impegni lavorativi più disparati.

Quindi: bambini che vanno dai nonni in campagna e poi dagli altri nonni in montagna e poi ai campi estivi di qua e di là. Manu e io che testiamo i conducenti di BlaBlaCar e il servizio di Trenitalia (regolate l’aria condizionata, cazzo. Ieri mi si è infiammata la cervicale!) avanti e indietro da Milano. E il calendario incrociato per le vacanze fuori dall’Italia, che ci sono le piante da innaffiare.

E poi le presentazioni, che però in estate le mandiamo in vacanza, ma venerdì ne ho una a Firenze con Saverio Tommasi. Tanta adrenalina e tanta felicità. E la stanchezza adesso, ma la stanchezza di chi sa che si meriterebbe una giornata in panciolle sul’amaca, ma non desiste.

E si corre, col sorriso, ma si corre. Che ne La Comune siamo tanti, tutti con esigenze diverse e gestire il calendario dovrebbe essere considerato uno sport estremo.

Che sia arrivata l’estate ce ne accorgiamo soprattutto dal fatto che nessuno sa dove siano gli altri componenti de La Comune. Perché questo calendario condiviso e progettato minuziosamente, spesso viene sostituito dall’improvvisazione euforica e un po’ alla cazzo. Ieri sono tornata a casa da un appuntamento di lavoro e non ho trovato nessuno. Giuseppe, al telefono, ha dichiarato di trovarsi a Massa, dopo aver boicottato il fiume preferendogli il mare.

Questo post è soprattutto per comunicarvi che, in caso di calamità naturale, l’unico luogo in cui sono sempre raggiungibile, ormai, è Facebook.

E voi? Come procede la vostra estate?

12 Commenti

  1. adele dice

    Mi piacciono molto i tuoi post Veronica. Perché scrivi bene. E perché non hai paura a scrivere cazzo come si scrive!
    Che boccata d’aria fresca.

    Comunque, se vuoi la prospettiva dalla capitale dell’Europa, straordinariamente l’estate è arrivata anche qui, in questo spicchio di culo del mondo. Di solito dura dai 15 minuti ai 7 gg. Quest’anno sembra aver attecchito meglio. Temperatura 28-30°C, umidità 85%. Se brusselle avess’ lu mar’, fusse na piccola Saigon…
    La mia dolce metà ha dovuto andare in Sudafrica per questioni familiari gravi. Io sono qui coi due extracomunitari. Non posso prendere ferie. Li ho incastrati in un campo estivo, fanno rispettivamente “scienziato pazzo” (a casa è già sparito tutto il bicarbonato???) e un più innocuo basket.
    Programmi per il futuro? Un bel trasloco a fine luglio. Cazzi e mazzi in casa nuova. Occupazione abusiva di case altrui fintanto che non sono finiti i cazzi e mazzi in casa nuova… Insomma, tutta gioia, ma soprattutto: tutto riposo!

    Raggiungici se vuoi, che si sta bene.

    Ti abbraccio.

    PS come posso ottenere il prezioso volumetto? Esiste in e-book?

Rispondi