Nuda veritas
14 Commenti

Facciamo che…

Facciamo che io e te,

sì, proprio io e te,

non siamo più io e te, ma siamo

noi.

Facciamo che noi

ci troviamo in un sogno a metà

io metto la mia e tu la tua, di metà.

Facciamo che io ti sveglio domattina,

portandoti il caffè a letto

e tu mi dici che mi ami

e che la vita con me è bella,

come quella che sognavi da piccola

quando pensavi a un noi.

Facciamo che le incomprensioni

le buttiamo via,

magari nell’organico, così diventano dei fiori

e noi poi ci godiamo i fiori, senza scordarci da dove arrivano.

Facciamo che io e te,

che siamo noi,

ci sussurriamo i problemi, e mentre li diciamo

volano via,

senza incastrarsi nei capelli e nelle rughe della fronte.

Facciamo che io e te,

volevo dire noi,

ci scegliamo ogni giorno e non importa

se è un giorno di pioggia,

perché possiamo stare sotto le coperte

a fare finta che,

io e te

siamo noi.

Ma senza fare finta,

solo Noi.

14 Commenti

  1. “Facciamo che le incomprensioni
    le buttiamo via,
    magari nell’organico, così diventano dei fiori”

    A volte succede. Mi è capitato due giorni fa… ed è bello. Come è bello quel “noi” che tanto ormai facciamo fatica a dire nella nostra vita.

Rispondi