Nuda veritas
18 Commenti

La mamma perfetta, la lesbica perfetta ed altre cazzabubbole mentali

Ieri sera, mentre accompagnavo Brita a dormire, le ho lanciato una domanda a bruciapelo (che sia messo agli atti che avevo scritto Stavo mettendo a letto, poi ho ragionato sul fatto che tra poco è alta come me e non è più il caso di utilizzare certe espressioni, quindi ho modificato). Una domanda che mi è sgusciata dalla bocca ancor prima che potessi riflettere sull’opportunità di porla.

Stava lì, a metà della scaletta del suo letto a castello di piccola principessa, e io le ho chiesto se mi avrebbe scelto come mamma.

Così. A freddo.

Quelle domande che le formuli e poi ti penti appena il fiato è uscito di bocca. Tipo andare dalla fidanzata e chiedere “Mi hai tradita?” “Hai un’altra?” O ancor peggio: “Ti vedo nervosa, hai il ciclo?”. Quel genere di domande che, insomma, le butti lì e lo stomaco ti si contorce all’idea che probabilmente la risposta ti farà male, malissimo.

Lei invece non ci pensa neppure un attimo, si gira, allarga gli occhi e la bocca in un sorriso.

“Oh, mamma. Che tenera che sei a chiedermelo. Sì, io ti sceglierei sempre come mamma perché mi vuoi bene, mi fai tante coccole, sei burlona – tranne quando non hai ancora fatto colazione – e poi sei stata brava a fidanzarti prima con Nina, così ho potuto conoscere Ita e ora che stai con Manu sono felicissima perché lei mi piace tantissimo, è tanto dolce e disegna benissimo.”

La parte migliore, però, è stata la chiosa.

“Ora vieni qui che ti abbraccio un pochino perché a me piaci come sei, anche con i tuoi difetti.”

Ammetto che essere rassicurata da Miss Saggia Brita di sette anni è stato un po’ straniante, sebbene efficace. Sono uscita con il cuore di due battiti più leggero.

Abbiamo affrontato tempeste e risacche, ma l’esser stata sempre trasparente – anche nel mostrare difetti e debolezze – non ha mi ha reso meno amabile ai suoi occhi. Anzi.

Sono andata a letto mediamente felice.

Mi sto solo chiedendo a quali difetti stesse alludendo.

 

mamma lesbica perfetta

 

 

18 Commenti

  1. Ma quali difetti… le mamme sono esseri al di sopra dei difetti! Sempre! Quasi sempre! Insomma ogni tanto!!!

  2. ericagazzoldi dice

    Nervosismo, abuso di caffè, abuso di pizza. Possono essere questi? Non mi paiono poi enormi, come difetti… 😉

  3. Daniela dice

    “Ora vieni qui che ti abbraccio un pochino perché a me piaci come sei, anche con i tuoi difetti.”
    momento di scioglimento

  4. Angie dice

    detto sempre io…….. Brita for President!
    è uno spettacolo, la tua bimba…
    :*

Rispondi