Nuda veritas
14 Commenti

Brita e una storia breve sull’ateismo

Sono sul divano con il pc sulle gambe, quando Brita si avvicina e mi domanda: Mamma, ma secondo te Dio esiste?

Io avrei preferito di gran lunga che mi chiedesse come nascono i bambini, perché i discorsi sulla trascendenza mi mettono sempre un po’ a disagio. Ho cercato di crescere i miei figli trasmettendo loro il valore del rispetto per gli altri, per la natura, con una spiritualità laica e di buon senso unita ad una magicità che ci porta a credere a unicorni, fatine dei boschi, spiriti del bosco, topino dei denti e Babbo Natale.

Scusate, mi sono nuovamente dilungata e invece vi avevo promesso una storia breve.

Siamo rimasti al punto in cui Margherita mi lancia questa domanda a brucia pelo e io, dopo qualche secondo di esitazione, ribatto con un prenditempo eccezionale che non passa mai di moda: Tu cosa pensi?.

Lei mi fissa con i suoi occhioni azzurri bordati di grigio scuro e mi fa:

Mamma, secondo me Dio non esiste. Oppure esiste e se ne frega di tutto. O forse esiste e odia tutti, soprattutto i bambini. Altrimenti non si spiegherebbe perché i bambini muoiono sotto le bombe in Siria o affogati in mare per scappare dalla guerra o di malattie brutte che non guariscono.

Se ci fosse Dio e fosse buono, come dice nonna, queste cose non succederebbero, non credi?

Lei rimane pensierosa per un po’, io le rispondo che effettivamente il suo ragionamento è molto corretto da un punto di vista logico e mentre argomento mi interrompe:

Mamma, ma secondo te come faccio a spiegarlo alla nonna? Ormai è un po’ anzianotta, nemmeno vuol sapere che sei lesbica. Come faccio a dirle che Dio non esiste? No, dai, non posso farle venire un infarto. Eh.

[Tratto da “Brita, l’atesimo e la tutela delle credenze degli avi]

ateismo

 

 

14 Commenti

  1. Mari dice

    Fantastica, Brita … e non ha tutti i torti a farsi degli scrupoli con la nonna … la mia, di madre, mi ha confessato che, quando tra altre cose, parlando, le ho detto che Gesu aveva più di un fratello e che uno di questi, dopo la sua morte, era stato ( come è scritto chiaramente negli Atti ) a capo della comunità cristiana di Gerusalemme insieme a Pietro, ne è rimasta così turbata che la notte ha fatto fatica a prender sonno, rimuginando a lungo tra sé e sé: ” Ma com’è sta cosa che mo Gesù aveva fratelli? Ma non può essere… Ma Mari che m’ha detto? ” … Ancora oggi, a distanza di qualche anno, anche solo accennando all’argomento, mostra lo stesso sgomento … Dunque, ancora grande Brita … Ma che le dai da mangiare? …

  2. angie dice

    Brita è, come sempre, fantastica!!! <3<3<3<3<3
    mi piacerebbe dirle, da zia virtuale, che la vita, a volte, è brutta ed è bella contemporaneamente e che Dio non c'entra con le bombe o con la fame nel mondo o con le malattie… riusciamo a fare tutto da soli….
    dalle un abbraccio da parte mia <3
    A.

Rispondi