Nuda veritas
26 Commenti

Lesbiche e sesso sicuro: una chiacchierata con la Dott.ssa Marina Cortese

Quando si parla di sesso tra donne, spesso si tende a sottovalutare il fattore rischio. Come se, la mancanza di un pisello, riparasse noi principesse dal beccarci qualcosa di brutto.

Io stessa, lo ammetto con un certo imbrarazzo, ho sempre preso la faccenda alla leggera, cosa che non ho mai fatto nei rapporti con gli uomini. E così mi sono chiesta e ho chiesto il perché.

La risposta più gettonata è che ci si fida. Ci si fida della faccina pulita della partner, ci si fida del suo sorriso, ci si fida del suo non saperci di zoccolona. Come se le malattie sessualmente trasmissibili andassero a colpire solo quelle con la facce da porca. E soprattutto, è bene aver chiaro che nessuno è esente dal rischio. Mai. Solo nella castità. Ehm…

In più, se di preservativo, almeno in linea teorica, si parla spesso, sugli aggeggi da usare tra donne vige un fitto mistero. Molte ne ignorano l’esistenza e anche chi li conosce non li utilizza.

E così ho chiesto all’amica Marina Cortese – Ginecologa e Ostetrica, esperta in Sessuologia e malattie sessualmente trasmesse – d’illuminarmi meglio sulla questione.

Marina, a quali infezioni ci riferiamo quando parliamo di MTS?

Papillomavirus (il 75% delle donne nel mondo prima o poi lo incontra, magari senza accorgersene).  Ne esistono svariati ceppi; alcuni di questi possono portare alla formazione dei condilomi, delle piccole escrescenze a cavolfiore sui genitali esterni e nella regione anale. Lo sfregamento dei genitali esterni, i rapporti orali, i rapporti manuali, possono portare alla loro trasmissione.

Altri ceppi di papillomavirus sono più cattivelli: non danno sintomi, ma possono causare il  tumore del collo dell’utero.

Clamidia: batterio (riguarda il 3% della popolazione femminile in Italia, che per una MTS è tantino). Non dà sintomi in molti casi, ma può portare ad infezioni pelviche anche gravi e sterilità. La trasmissione è prevalentemente attraverso rapporti con penetrazione, ma anche rapporti orali, mano-genitali, sfregamento dei genitali esterni con contatto tra mucose.

Altre infezioni come l’HIV, l’epatite B, il trichomonas, sono meno diffuse nella popolazione lesbica esclusiva ma ovviamente presenti, specie nelle donne con attività sessuale promiscua.

Perché se ne sa così poco?

In letteratura esistono pochissimi articoli relativi alla trasmissione delle MTS nei rapporti sessuali donna-donna. I pochi studi presenti concordano due due punti:

  1. Le donne bisessuali sono maggiormente a rischio rispetto alle donne da sempre esclusivamente lesbiche
  2. Manca totalmente la percezione che anche tra donne esiste la concreta possibilità di contagio
  3. In quasi tutte le popolazioni studiate – e parliamo di studi su casistiche anche ampie in USA, Russia, Italia, Germania, Canada – la maggior parte delle donne avevano avuto nella vita rapporti sessuali con uomini.

Detto questo: risulta fortunatamente bassa l’incidenza di alcune patologie come la gonorrea, la sifilide, il trichomonas. Più diffusi invece herpes, papillomavirus e clamidia.

Quindi, al di la’ dei rapporti protetti se occasionali, le armi sono tre:

  1. Sottoporsi regolarmente a pap test e visita ginecologica. Se si hanno infezioni, è opportuno informare il ginecologo delle vostre abitudini sessuali. E’ utile anche se, per esempio, non desiderate ricevere un’esplorazione vaginale. Basta dirlo: sarete accontentate.
  2. Sottoporsi al vaccino per il papillomavirus, gratuito a 12 anni ed eseguibile a qualunque età
  3. Rivolgersi ai centri MTS. Sono centri pubblici, gratuiti, anonimi diffusi ovunque, che consentono alle donne di sottoporsi ad esami del sangue e tamponi mirati. Andarci insieme prima di iniziare ad avere rapporti non protetti è segno di amore e rispetto verso la compagna.

Ok, Marina. Ora parliamo di pratiche sessualiregole

Rapporti dita-vagina: mani pulite, unghie corte. Possibilità di trasmissione di epatite ed HIV se le dita sono ferite o lesionate e le mucose vaginali infette.

precauzioni: guanti in lattice o vinile lubrificati con lubrificante acquoso

Scissoringpossibilità di trasmissione di papillomavirus, herpesvirus se le lesioni sono attive. Inoltre il contatto mucosa-mucosa può portare alla trasmissione di tutte le note MTS.

precauzioni: dental dam

Rapporti orali (cunnilingus, anilingus): possibilità di trasmissione di papillomavirus, clamidia, HIV/epatite, herpesvirus

precauzioni: dental dam 

Rapporti con penetrazione anale-vaginale: Una regola: prima davanti, poi dietro. O si cambia preservativo o guanto. Possibilità di trasmissione di tutte le MTS.

precauzioni: preservativo femminile: dotato di due anelli, di cui uno esterno per posizionarlo, può essere indossato molto prima del rapporto per non creare interruzioni.

Rapporti con sex toys: Possibilità di trasmissione di tutte le MTS.

precauzioni: preservativo femminile, condom sul sex toy, non scambiarsi i sex toys. Usare sempre lubrificanti acquosi per non rompere i dispositivi di protezione.

Quindi, Marina?

Quindi nessuno è indenne dal rischio, salvo coppie monogame esclusive, blindate lesbiche da sempre.

E quindi, amiche care, non abbiate timore di sottoporvi a un test HIV e a controlli regolari per le MTS e usate le precauzioni.

Solo un dubbio mi resta. Chissà se le farmacie di BuhoDiHulo sono attrezzate e fornite. Credo che farò un esperimento.

sesso tra donne

26 Commenti

  1. Il Pinza dice

    Non ho mai visto un preservativo femminile. Copre anche il clitoride? Contrariamente, in un rapporto orale, come….. lo stimoli?
    Non ho mai avuto rapporti occasionali, a parte il primo con la mia partner fissa, c’è sempre una prima volta, e non sono molto esperto di precauzioni.

    • Marina dice

      Lattice (o vinile). Per il dental dam ci sono infinite varianti alla frutta 😃 e’ sottile quindi la sensibilità è abbastanza preservata.

      • Il Pinza dice

        Cioè, sarebbe come mangiarsi un buon arrosto al sapore di fragola?? 🙂
        Non li capirò mai i rapporti occasionali, sesso a metà, niente amore, solo una grande frenesia per un orgasmo.

        • Marina dice

          Capisco il tuo punto di vista. La fragola e’ la fragola, la ehm ..e’ altro. Ma se una donna o un uomo desiderano sesso occasionale..de gustibus.

  2. Gli esami del sangue che fai quando vuoi diventare donatore e i successivi sul sangue donato sono mirati a trovare anche la più piccola stronzata, giusto?

    E comunque alle lesbiche dure e pure il paptest non lo fanno!

    • Marina dice

      Fola:no, quando doni escludi solo le epatiti e l’hiv. Solo con i tamponi vediamo clamidia e papilloma. Io faccio il pap test a tutte le mie pazienti lesbiche giurin giuretta! 😉 perché mai no?

      • Ho accompagnato la mia ragazza quest’estate a farlo e quando ha detto che non aveva mai avuto un rapporto completo le hanno detto che allora non doveva farlo.

        • Marina dice

          La risposta era “sbagliata”. Se avesse risposto banalmente “non con un uomo” il pap test sarebbe partito. Poi dipende. Se una donna non ha mai ricevuto penetrazione con nulla, almeno una volta nella vita (alle suore, per farti un esempio, alle donne virgo per scelta), si fa il pap test alla cieca (senza speculum), tanto l’imene non e’ un muro.

  3. A me prendono in giro quando parlo di precauzione fra donne, eppure siamo a rischio tanto quanto gli altri.
    La mia politica è: o protezione o niente.
    E soprattutto, parlare di sesso sicuro perchè non è niente di negativo!
    Baci

  4. Se ti dico che in non mi ricordo più quale forum consigliavano… il domopack? 😀
    Comunque articolo molto istruttivo 🙂

  5. Mara dice

    Adesso faccio girare questo splendido vis a vis con un medico alle amiche che mi “perculano” perché in borsa non manca mai il dental dam alla menta 😛
    Comunque se può consolarti non solo a BuhoDiHulo potresti non trovarne,ma pure in grosse farmacie nel centro di Bergamo…vorrei poterli comprare in tranquillità e non ricorrere sempre ad acquisti online.

  6. Lenny dice

    Io sono sempre stata monotona ehm, volevo dire monogama..eppure, magari la prima volta, come dici te, ci si fida dell’ammmmore e della faccia da bamby..o forse e’ l’inesperienza di entrambe i partner su certe cose..ma dopo esserti beccato una qualunque cosa( anche la minima, e’ sempre fastidiosa), stai attenta..e anche il caro vecchio domopack torna utile 😉

Rispondi