Nuda veritas
34 Commenti

Voglio una vita a prova di Memory

Dormire per me è sempre stato un problema. Non dormo volentieri nei letti che non siano il mio. Passo ore a rigirarmi se il materasso non è comodo.

Forse perché, come la principessa delle favole, ho un problema col pisello.

Ma questa necessità di comfort la porto con me anche nel resto della vita. Scanso le persone spigolose, quelle che ti si conficcano nei fianchi e t’inducono all’eterno non – riposo e non sopporto nemmeno quelle troppo inglobanti che ti avvolgono in una spirale che sembra un abbraccio e invece ti soffocano impedendoti di muoverti.

Proprio ieri sera a cena, si commentava questa mia brutta malattia da figa di legno in contrapposizione a Nina che dormirebbe anche appoggiata al guard rail della Salerno – Reggio Calabria. Si addormenta anche mentre le parli. Il segreto è non svegliarla. Una volta ci ho provato e ho rischiato di non vedere l’alba.

Ita è uguale a sua madre, e i miei figli invece sono come me, e abbiamo dato il via a una giocosa discussione tipo faida alla “Aò, allora sei mejo te!”.  Dopo 15 minuti trascorsi a discutere sulla qualità dei materassi: lattice, molle, lana, capelli di Barbie, chicchi di riso del Nepal raccolti al plenilunio, Memory Foam – Brita ha preso la parola.

– Allllorrraaaa, ma il materasso di Memory, con tutte le tessere delle carte dentro, non è scomodo? E come si gioca a Memory se le carte sono tutte infilate nel materasso? E poi secondo me state litigando senza motivo. Non è importante il materasso. Per dormire bene serve qualcuno da abbracciare.

Volete uno dei miei peluche?

memory

34 Commenti

  1. Brita in fondo ha ragione, pero’ d’estate qualcuno da abbracciare genera un calore che… ‘nsomma, parliamone! Ho dormito una notte su un materasso di crine e ho deciso: la prossima volta opto per l’asfalto, è più morbido.

  2. I bambini riescono sempre a zittirti e sbalordirti. Hanno questa capacità straordinaria di vedere al di là delle cose, a modo loro, e un’autenticità che colpisce e affonda. Sono strabilianti!

  3. ericagazzoldi dice

    “…ho un problema col pisello.” Sarò la solita zozza, ma… una battuta del genere, detta da una donna lesbica, offre diverse varianti interpretative. xD

  4. fabio dice

    I bambini hanno sempre in tasca la soluzione ideale. Il peluche è la risposta giusta, almeno non russa come un intero plotone di boscaioli

  5. Anch’io non riesco a dormire bene se il letto non è come dico io e ho sempre sofferto d’insonia….. ma con un letto vuoto non c’è materasso che tenga, anche il migliore lattice in memory non ha senso….. e il mio si riempie solo il week-end….. 🙁 Ovvero oggi!!!! 🙂
    I bambini hanno sempre ragione, mi procurerò anch’io qualcosa da abbracciare durante la settimana…… Quando cresceranno chi ti darà buoni consigli? Che da sola non ti sai allacciare nemmeno le scarpe…..

  6. emanuela dice

    quante cose abbiamo sempre da imparare dai bambini! diciamo che ci colpiscono e ci affondano mille volte al giorno, con la loro meravigliosa saggezza. siamo noi grandi che ci facciamo sempre un sacco di pippe mentali, a fronte della geniale semplicità della loro logica.
    un abbraccio a tutta la famiglia
    Emanuela

  7. 《…e grazie a un canestro da 3 punti da incorniciare, a pochi secondi dalla fine, la piccola Brita porta a casa una strepitosa vittoria!!! 》

  8. Io dormo da per tutto, anche da sola, forse meglio da sola. Da seduta, a scuola ho fatto certe dormite.. Ricordo il professore di chimica, che aveva una bella voce vellutata, che mi cullava. Tanto a chimica non ci capivo nulla, tanto valeva la pena dormire. 🙂

  9. Paola dice

    Rumore bianco. Quella teoria secondo la quale un suono costante e senza troppi picchi ti fa dormire più tranquilla e in pieno relax.
    Come me, che ieri notte ho scelto una compilation basata sulla pioggia.
    Ho dormito tranquillamente per un’ora, poi, nel mezzo della notte, mi sono svegliata correndo a raccogliere i panni perché pensavo che piovesse davvero.
    XD

Rispondi