Nuda veritas
38 Commenti

Anatemi di settembre, ovvero, il piano di rientro alla routine

Come accennavo nel post precedente, gli effetti benefici e zen del bel viaggio sono stati vanificati da un rientro a dir poco turbolento. (Scrivere un rientro demmerda, mi pareva brutto, insomma).

Quindi, dicevo. Rientriamo domenica sera e ad accoglierci: bambini felici – di cui una con otite e febbre alta –  impegni di lavoro, raccomandate da ritirare, bucati, progetti da organizzare, spesa e quelle robe lì. Mica vi racconto nulla di nuovo, no?!

Allora, ieri, proprio mentre ero in call, rispondevo a 3 mail, mandavo un whatsapp ad Ariele affinché abbassasse la musica in camera, e sorridevo a Brita febbricitante che accarezzava Iole febbricitante, ho avuto una folgorazione. Quei lampi che ti attraversano la mente con delle ovvietà degne di Barbara D’Urso, ma che i tuoi neuroni applaudono con la stessa foga dei telespettatori di Pomeriggio Cinque.

Mi sono ricordata della lista buoni propositi che ogni anno stilo a fine agosto e che MAI rispetto, un po’ per pigrizia e un po’ perché ne sono convinta come quando a 8 anni scrivevo la lettera a Babbo Natale sapendo che non esisteva. Invece ho sentito un click nel cervello, quelle robe che capisci “cazzo, è ora il momento!”, tipo quando ti scappa la pipì e non puoi più aspettare.

E allora basta. Ho finito di sbrigare le emergenze e sono uscita in giardino a guardare Thelma brucare l’erba. Ho deciso che stavolta avrei seguito la lista, perché è la mia ancora di salvezza per uscire da quelle situazioni di stress che mi hanno fortemente debilitata negli ultimi mesi.

#1 Cura di me

Nell’ultimo anno mi sono davvero eclissata a me stessa. Un lavoro sedentario, troppe sigarette, la birretta del dopo cena, un’alimentazione poco attenta e mi sono ritrovata ad essere un bonzetto grassoccio e poco tonico. E allora l’ho fatto. Sì. ho vinto il mio snobbismo radical chic e mi sono iscritta in palestra. Vincerò la puzza di piedi sudati. Lo farò. Il mio lato B se lo merita. E via i vizi nocivi.

#2 Razionalizzazione del lavoro e cura degli altri

Negli ultimi mesi mi sono fatta assorbire dal lavoro in modo insano e convulso, anche perché mi aiutava a non pensare. Ma la paraculaggine ha le gambe corte, il culo piatto, la cellulite e si fa sgamare facilmente. Quindi mi sono dedicata a una revisione dei progetti, delle collaborazioni e ho razionalizzato gli obiettivi. Li ho pure calendarizzati. Roba da matti. E ho stabilito degli orari piuttosto rigidi per i vari impegni, compreso il fatto che dalle 17 alle 21 esisto solo per i bambini.

#3 Socialità e tempo libero

Per me che per lavoro sono iperconnessa, la socialità era diventata quasi esclusivamente  relegata al virtuale e questo mi stava causando un vago senso di spaesamento. Tipo che all’uscita di scuola dei miei figli, guardavo le persone e mi pareva buffo che non stessero in un monitor. Ho capito che la sociopatia stava arrivando a livelli preoccupanti. Così ho stabilito che almeno una volta a settimana devo muovere le chiappe e incontrare amici, organizzare cene, andare a trovare amiche in altre città e ospitare chi vuol venire a trovarci. Una sorta di couchsurfing con amici e conoscenti. E l’invito è esteso a tutti i fan del blog, se volete visitare Lucca e la Toscana, siete i benvenuti. Se poi volete ricambiare, giuriamo di non sporcare. Ah, dimenticavo. Sto seriamente pensando anche di riavvicinarmi al teatro, una mia cara e antica passione che ho messo in soffitta, ma che ho intenzione di salvare dalle ragnatele.

Eh, lo so che state sorridendo sornioni, pensando a quanto durerò. So di essere un tipo determinato, ma non mi piace neppure stressarmi. Quindi, boh.

Intanto ho fatto lo zainetto e sono partita. Poi vediamo.

Se m’incontrate per la strada lastricata dai buoni propositi  e dai sogni interrotti, ricordatevi di offrimi un sorriso e un caffè.

buoni propositi

 

 

38 Commenti

  1. Non sorrido sorniona, io tifo per te, perchè la prima l’ho messa in pratica e so che se riesci ad andare avanti per un pò capisci e ti innamori del prenderti cura di te anche attraverso l’esercizio fisico, anzi… se non lo fai ti manca 🙂 e questo ti porta al punto 2) perchè vuoi avere il tempo per farlo e razionalizzi il tempo e gli spazio (mio e tuo) per poterlo fare.

    Il punto 3) …parli con una portata a essere sociale e asociale insieme, quindi la rete rappresentava un ottimo sistema per esserci senza esserci, ma poi mi manca quella che sono, la cinestesità che mi contraddistingue… e allora appena riesco abbandono il virtuale per il reale, anzi non è esclusa una visita da quelle parti 😉

    Ecco perchè io tifo per te, devo venire a trovarti e controllare che hai rispettato i punti 😛

  2. Cosa vuol dire che Babbo Natale non esiste?
    Ma la foto è della nuova auto che finalmente vi siete comprate per non rischiare più di rimanere appiedate?
    Chi ben comincia è a metà dell’opera, ti ricordo solo che in palestra non si va per fare l’aperitivo al bar con le amichette….

  3. insolito dice

    Che bei propositi. Io ho sorriso solo nel teatro perché ti ci vedo!!
    In bocca al lupo in questa avventura hai tutta la mia stima e rispetto.
    E come sai una fan a milano vi apre le porte. Se volete venire in Expo potete (sappiate solo che da agosto é una expo piena)

  4. Sembra che questa lista di buoni propositi l’abbia scritta io… Pensa che addirittura mi alzo alle 6 per andare a nuotare… Se qualcuno me l’avesse detto qualche anno fa l’avrei preso per pazzo…
    Hai ragioni ognuno ha i lettori/fans che si merita, povera te!
    Io ti seguo dall’estero, se avete voglia di visitare Bruxelles sapete dove andare. Visto che poi ti piace la birra questo è il tuo paese!!
    Ovviamente se passo per la Toscana ci beviamo un caffé!
    Continua cosi’!

  5. Dai! Si può fare! ….o “CeLaSiPuòFare!” 😀
    Lista breve e il 3 è numero perfetto, dunque tto andrà perfettamente come da programma.

    Le MIE liste (…frequenti negli anni, che perdo e poi ritrovo) vanno sempre verso numeri decimali, ma soprattutto più obiettivi occupano lo stesso punto, un caos…che faticaccia.
    Forza e costanza alle liste…altrui.
    😉

  6. Ottimi buoni propositi! Se ti vengo a trovare, per farti sentire a tuo agio metterò un cartone a forma di monitor intorno alla mia testa. Ok? :*

  7. Patrizia dice

    Sìì, SORRISI A PROFUSIONE,
    e perché no?
    Tanto più che allargano il cuore ed il respiro,……. non solo a chi li riceve!
    Appoggio a pieno il progetto teatro (come già detto, forse, in altro post)!!
    YES – go for it….
    E, quando sei/siete di passaggio in quel di Firenze, qui ci trovate…..con una tazzullela ‘e cafè..
    😀

  8. R.Hahn dice

    Non importa che i buoni propositi si realizzino al 100%, l’importante è iniziare! Ma questa riunione del blog a Corte Gaya, si farà? Mettila in lista 🙂

  9. Invitate! Siete invitate a Napoli! Se siete in due a casa mia e se siete in cinque vi trovo una bellissima casetta (gratis) tutta per voi. Anche in sei. E vi porto in giro e vi faccio mangiare la pizza! Vi aspetto!

  10. Paola dice

    Oggi cammino tipo un bulldog. Perché la mia lista prevedeva l’iscrizione in palestra e ci sono andata.
    Dolore alle gambe.
    Dolore ai glutei.
    Dolore ovunque.
    Ma sorrido comunque e sai perché?
    Per la voglia di nuove sfide? No.
    Per la voglia di mettermi in forma? No.
    Per la ciccia che va via? Neanche.
    Perché ho scoperto il magico mondo dello spogliatoio.
    Ora vado, io e la mia “sexitudine” del fiatone e del nonc’hopiul’età.

  11. Alemeno tu sei arrivata a fare la lista,io da quando sono tornata non l’ho ancora fatta e rimane appuntata nella mia mente,che già so farà di ttutto per non per ignorarla.
    Ciao :_))

Rispondi