Nuda veritas
15 Commenti

Storia di un amore di schiuma e schegge di sole

Sedette sulla sabbia. Come sempre, per ancorare i pensieri, conficcò le mani tra i granelli e strinse i pugni fino a sentirli scivolare silenziosi e veloci tra le dita.

Fissava il mare. Ne ascoltava il respiro lento. Le onde s’increspavano e poi si stendevano placide ai suoi piedi. Il suo cuore seguiva quel ritmo. Meno un battito. Quello era rimasto tra le mani di lei, quella notte in cui si erano frugate l’anima e i respiri si erano intrecciati.

La sua vita, dopo quella notte, era tornata quella di sempre. Ma c’era questo battito in meno, quest’assenza conficcata nel petto che impediva il respiro. A volte doveva fermarsi e solo il ricordo di quella notte ancorava il suo presente.

Si alzò in piedi. Col suo cuore senza un battito. Fissò l’orizzonte. Cercando nella vastità di ricordare i suoi occhi. Lasciò che l’aria di mare si mescolasse al fiato che si spaccava in gola. Inseguendo le tracce del  suo profumo.

Iniziò a camminare lentamente. Fissando le squame di sole che si rincorrevano sulla superficie marina. Sentiva l’acqua salire e avvolgere il suo corpo che procedeva verso la profondità. Piccole onde s’infrangevano e si acquietavano al suo passaggio. Unico testimone del suo fluire, un solco di schiuma sempre più leggero.

Lei arrivò da dietro. Procedeva spedita. I suoi passi avevano lo stesso ritmo delle onde. E del suo cuore. Meno un battito.

Non potevano vedersi. Non potevano abbracciarsi. Lei era solo un pensiero. Un’idea. Un ricordo. Una forma fluttuante che non lasciava impronte nella sabbia. Inseguì i passi sulla spiaggia. S’immerse nel mare, rincorrendo la sua presenza.

Si trovarono in un’onda.

Si fusero in un abbraccio di schiuma e di squame di sole. E prima che tutto finisse, c’è chi giura di aver sentito un tonfo sordo. Come un tuono lontano. Come un battito. Uno solo.

L’unico.

amore di schiuma

 

 

 

15 Commenti

  1. piccolapeste dice

    Ciao, sono per caso davanti al pc e ho appena letto… Quanta dolcezza e quanto dolore in questo racconto… Grazie per la tua voglia di condividere con noi tutto ciò, continua a farlo per favore, un abbraccio di cuore!!!

Rispondi