Senza categoria
38 Commenti

Grazie, Zara

Il tuo musetto che sbucava in mezzo a quello dei tuoi fratellini, tutti bianchi e con gli occhi neri che sembravano truccati, lo ricordo anche ora che sono passati 10 anni. Mi eri venuta incontro saltellante, come tutti i cuccioli, ma eri magrissima e tutta coperta di schizzi di fango.

In macchina sei stata tutto il tempo in braccio a me, con il tuo corpicino ossuto che cercava il contatto con il mio. Quando ti abbiamo portata dal veterinario ci ha detto che, per vaccinarti, sarebbe stato meglio aspettare una settimana perché eri talmente denutrita che non eravamo certi della tua sopravvivenza. Una volta a casa ti ho preparato un ciotolona di riso e uova che hai divorato a tempo di record, con la velocità che solo la fame vera può misurare.

Sei cresciuta bene e sei diventata bella e fiera, dolce e protettiva. Giocavi con Ariele in giardino, eravate inseparabili. Due cuccioli che giocano e non pensano che al presente. Come se il tempo esistesse solo qui e ora e il divenire fosse solo un’estensione periodica dell’attimo.

Ti piaceva venire in montagna e fare le passeggiate. Ti eri abituata con naturalezza a stare vicino alle gambe, non ti allontanavi mai e ti giravi a controllare che ci fossimo tutti. Quando camminavo come una foca per via del pancione che accoglieva Margherita ti fermavi ad aspettarmi, quando io mi stoppavo per riprendere fiato.

Quanti chilometri abbiamo fatto. Eravamo sempre insieme. Persino quando hai messo al mondo i tuoi cuccioli ero accanto a te e ti portavo l’acqua che bevevi dal bicchiere perché non riuscivi ad avvicinarti alla ciotola, assediata dai dolori del parto. E che casting per dare in adozioni i cuccioli! Le mie amiche mi prendevano in giro per la meticolosità dei colloqui, ma io volevo che finissero in mani amorevoli e consapevoli che un animale va amato fino alla fine dei suoi giorni.

Siamo state bene io e te. E quando io ho cambiato casa e tu sei andata da Giuseppe mi sei mancata tanto. Per fortuna lui ed io siamo molto legati e vedendo spesso lui, potevo passare del tempo anche con te. Mi sentivi arrivare e mi aspettavi al cancello e a mala pena riuscivo a posare un piede fuori dalla macchina che tu eri già lì, pronta e gioiosa di darmi il benvenuto.

Pensavo a questo ieri notte, mentre ti guardavo, immobile con lo sguardo fisso verso il muro. Ho ripercorso con la mente la nostra amicizia, mentre guardavo Giuseppe adagiarti nella fossa con dolcezza e gli occhi gonfi. Ho capito che in questi ultimi 10 anni, il tuo manto bianco è stato uno dei pochi punti fermi in tutta questa girandola di cambiamenti.

Pensavo, mentre piangevo, che volevo dirti grazie, Zara per il tuo amore incondizionato. Grazie per la tua umanità di cane.

E anche scusa. Scusa se appartengo ad una razza di maledetti senza cuore che ti ha avvelenato, uccidendo non solo te ma anche un pezzetto di noi.

Oggi dovrò dire ai bambini che sei morta, ma non dirò che qualche lurido essere ti ha avvelenata.

Non sono capace di dir loro che le bestie siamo noi.

Buon viaggio, amica mia.

Zara

38 Commenti

  1. Mi dispiace da morire. Capisco il tuo dolore e Tremo al pensiero di come starò quando i miei bimbi pelosi se ne andranno. Sono terrorizzata che possano avvelenarmi i cani in giardino, è avvenuto così?

  2. Che bello leggere le righe della vostra amicizia ma che cosa triste invece scoprire che Zara e’ stata avvelenata. Sono così dispiaciuta. Povera cagnolina :(((

  3. Quando sento storie come questa, l’unica cosa che mi auguro è che gli avvelenatori ricevano al più presto lo stesso trattamento. Però la tua dolcezza nel descrivere di quanto siano importanti queste amicizie pelose mi ha fatto spostare il pensiero solo sulla bellissima cagnolotta. Ciao Zara!
    PS- avete denunciato?

  4. bietolina dice

    E’ tremendo perdere il proprio cane e perderlo cosi è doppiamente ingiusto e doloroso! 🙁 maledetti, mi dispiace tanto! Ma tanto , ti sono vicina!

  5. …. ti lascio un pezzetto di cuore, per lei, che ha cambiato luogo, un abbraccio per te che sei qui

    Per gli infami…… non dico, ma io so….

  6. Spero che quando succederà a noi di perdere la nostra bagulina avremo già dei nipotini per compensare, altrimenti mia moglie mi morirà…..

  7. R.Hahn dice

    Solo chi ha animali sa quanto siano sensibili e come diano molto più di quel che chiedono per vivere. Quando muoiono è un vero e proprio lutto, ma quando vengono barbaramente uccisi… non ci sono parole. Purtroppo la cattiveria e l’intolleranza degli umani è senza fine. Comunque avvelenare gli animali è un reato: si può sporgere denuncia contro ignoti, e fare un esposto se si hanno dei sospetti. Questa gente non merita nulla. Un abbraccio solidale

  8. Io oltre a venus che hai visto in foto su fb avevo anche lilly, una bastardina trovata in strada quando avevo 9 anni e che stava in ditta da mio padre, è’ morta di vecchiaia lo scorso anno ma è’ stato ugualmente doloroso.

    Ciò detto spero che a quel bastardo che l’ha avvelenata gli mettano il collare che da le scosse

  9. ValeriaP dice

    Un abbraccio fortissimo. Ho avuto (ed ho ancora) tantissimi animali domestici, e non è mai facile lasciarli andare… In a situazione simile, men che mai. Non mi capacito come qualcuno possa compiere un gesto simile. Che gli cada un fulmine in testa.

  10. ericagazzoldi dice

    Che l’anima pura di Zara riposi in pace. Il suo assassino o i suoi assassini non sfuggiranno al proprio Karma.

  11. ElleBi dice

    per la prima volta da quando seguo il tuo blog non sono riuscita a finire di leggere… ricordo quante lacrime ho versato da piccola per i miei gatti trovati avvelenati. Un abbraccio

  12. ericagazzoldi dice

    Comunque… nessuna idea del possibile movente? 😮 Se abitate in campagna, difficilmente potrebbe essere stato “un condomino infastidito” a commettere il fattaccio… e diventerebbe anche tutto più incomprensibile.

  13. Pensaci, però io credo che dovreste fare una denuncia, anche contro ignoti, perché queste persone sono molto pericolose e segnalarne la presenza alla polizia è importante. Spesso ripetono il gesto assassino più volte e possono lasciare bocconi avvelenati in posti accessibili ai bambini. Diffondete la notizia alle persone intorno a voi, anche se sarà doloroso.
    Non riesco nemmeno a immaginare che dolore proverei se dovesse succedere qualcosa alla mia cucciola, alla mia chubecca in miniatura.

    • R.Hahn dice

      Sono d’accordo, spesso queste “persone” ripetono la cosa. È bene che la polizia, o la guardia forestale, sia al corrente.

  14. la cagnolina di mio padre, alla quale mio figlio era molto affezionato, è morta così, avvelenata da una polpetta trovata in giro. nemmeno noi abbiamo denunciato, eravamo così presi dal dolore che non ci abbiamo nemmeno pensato.

Rispondi