Si fa presto a dire “Albero di Natale”

Dicembre è sempre stato il mio mese preferito. Mi piacciono le giornate in cui il freddo penetra nelle narici e mi costringe a riesumare dal baule sciarpe e cappelli colorati. Amo le luci oblique che rendono visibili i dettagli del sottobosco. Adoro le giornate brevi e le serate lunghe vicino al caminetto a leggere.

Sono una psicosensibile deliziata dalla luci psichedeliche degli addobbi, le lucine intermittenti che s’intuiscono dalle finestre delle case e quelle più sfacciate degli alberi nei giardini. Direi che gli unici orpelli da cui rifuggo sono i Babbinatali appesi ad improbabili scalette, impiccati su balconi e finestre e le musichine natalizie.

Questo è il primo Natale insieme alla mia nuova famiglia. Un Natale ancora più carico di aspettative ed interrogativi. I bambini che ancora si annusano e a volte si mordono per ristabilire i propri territori, Nina ed io in contrasto estetico per le decorazioni. Io, dal gusto very terrone (per me non è Natale se in casa non sono presenti almeno 15 metri lineari di led colorati) – lei, dalla sobrietà very polentona (addobbo minimal e niente lucine). I figli di conseguenza.

Al momento fatidico d’iniziare siamo stati colti da una serie di domande: albero mio o albero tuo? Addobbi miei o tuoi? Ovviamente i bambini si erano schierati in due compatte tifoserie: ognuno concorde con la propria madre.

La diatriba rischiava di concludersi in una faida a colpi di torroncini, per cui abbiamo optato per una virtuosa via di mezzo: albero nuovo, luci rosse nuove, addobbi fatti da noi ed una scelta di 10 addobbi vecchi provenienti dalle rispettive “vite precedenti”.

I bambini si sono divertiti molto ad appendere le decorazioni. Noi un po’ meno, a mettere a posto la sala da pranzo. Il risultato è davvero Kitsch: mostriciattoli di panno lenci cuciti da noi, campanellini arcobaleno, una palla con la silhouette di Miley Cyrus che ondeggia sull’abete, una palla di Big Bubbles, palle assurde, palle colorate. Un turbinio di palle…e colori.

albero di natale

Brita era talmente contenta che ha proposto di tenere l’albero tutto l’anno. Nina era talmente sconvolta che si è rianimata solo a cena davanti ad un piatto di carbonara.

E a voi, com’è andata con gli addobbi natalizi? Li avete fatti o vi siete limitati ad impinguare le scorte di pandoro e panettone?

36 commenti » Lascia un commento

  1. per me il problema non sussiste in quanto le decorazioni natalizie le subisco (e non solo quelle)…….

  2. Guarda, in questo momento mi sento talmente ignorato che butterei giù il “nostro” di albero a colpi d’ascia.
    Scusami, ma ho sentito l’impellente bisogno di rispondere alla domanda con quello che mi passava per la testa. Non volevo rovinare questo post. Baci

  3. Non sono mai stata una fan degli addobbi ma amo l’atmosfera natalizia…
    Ricordo il Natale scorso. Il mio coming out risaliva ai primi di novembre, perciò i miei erano ancora scossi e dire che eravamo tesi è un eufemismo. Con mia sorella non ci parlavamo nemmeno. Mi sentivo a pezzi e il giorno della Vigilia scrissi sul mio diario: “Il mondo sta scricchiolando”.
    Quest’anno la mia ragazza potrà venire a casa a fare gli auguri ai miei genitori e ai miei fratelli. Mi sento la figlia/sorella più fortunata del mondo e so che sarà un Natale felice. Sono così grata a tutti loro. Volevo condividere questo pensiero anche se c’entra poco col post, scusami! 🙂

  4. Beh, forse Miley Cirus era un po’ estrema 😛
    Natale alla fine non è così male (soprattutto se vivi fuori e torni proprio in famiglia in quei giorni, allora assume tutta un’altra dimensione che non ha niente a che vedere col cattolico), però quando sul porto di Marsiglia mettono neve e abeti finti… forse significa che stiamo andando un po’ troppo oltre! XD

  5. Anche per noi è il primo Natale tutti insieme, anche se ancora in case diverse a causa della lontananza. Mi piace molto la soluzione che avete trovato dell’albero nuovo con addobbi homemade con addobbi delle vite precedenti, un bell’equilibrio. Un abbraccio a tutta la vostra stupenda famiglia.

  6. Mi chiamano scrooge, questo dovrebbe darti un’idea di come mi sento. Già da metà novembre inizio ad evitare l’argomento natale/addobbi..e ancor peggio presepe.
    Quest’anno il natale ha un sapore strano. Il primo con il mio bambino e il primo senza colui che sarebbe stato suo nonno.
    Proprio per questo non saprei dirti come affronto tutto ciò. Nel dubbio, mi ingolferò di pandoro.

    • So che il mio abbraccio virtuale ti consolerà ben poco, così come il fatto che sono convinta che le persone importanti non ci lasciano mai. Nemmeno nella loro assenza fisica. Fa che questo Natale sia soprattutto il primo bellissimo Natale con il tuo bambino, non potresti rendere più felice chi non c’è più. Bacioni, Ila <3

  7. Ciao Veronica, buongiorno! E’ la prima volta che ti scrivo (anche perchè purtroppo ho scoperto il tuo blog solo da poco)…
    Ho appena 23 anni e l’odore del Natale non lo sento più da molto, sia perchè non sono credente sia perchè a volte mi sento in colpa a festeggiare quando so che non tutti possono.
    Quest’anno ho perso la battaglia con mia madre. E alla fine sono comparsi in soggiorno sia l’albero sia il presepe. Ed ho dovuti addobbarli io! Che stress! Ahahahah

    Colgo l’occasione per ringraziarti di vero cuore. Non credo tu t’aspettassi molto da questo blog ma, almeno per me, anche se da poco, sei diventata un po’ un faro di speranza! Ti abbraccio forte!

    Moeh

    • Grazie Moeh! Allora, da figlia no mi frega granché di provvedere agli addobbi di casa (infatti ho sempre delegato ai miei genitori e ai miei fratelli), ma da mamma mi piace troppissimo vedere i bimbi felici e scorrazzanti. Un abbraccio!

  8. Io adoro i mesi di giugno e dicembre… credo diano vecchie reminiscenze della vita da etudentessa… erano i mesi in cui i giorni di vacanza prevalevano sugli altri ! Splendido ! Quest ‘anno, per coinvolgere i bimbi, abbiamo cominciato a creare decorazioni home made già ad ottobre! I twins sono un po’ più grandicelli, ma non so cosa ci stiano capendo. Credo nulla. Comunque, decorazioni e albero campeggiano a casa nostra già da 10 giorni. Non so come arriveremo a Natale perché ogni sera si ptofila la stessa scena : Chicchi che rosicchia le pigne dell’slbero. Paco che tenta di strozzarsi con la ghirlanda di pino e lancia pigne ovunque manco fossero bombe. Dudi che raccatta cose in gito e gli cambia posto…. non è una famiglia. È un manicomio !

  9. Quello più entusiasta dell’albero è stato il cane…ha detto: “finalmente anche io farò pipì al caldo!!!”
    Gli addobbi? Fra le palline rosse c’è un angioletto terrorizzato che guarda king kong che lo sta raggiungendo!

  10. io ho sempre adorato il natale, quando vivevo da sola avevo un albero piccolissimo, ma cosi pieno di decorazioni che quasi il finto pino non si vedeva piu. Il mio compagno invece è davvero allergico al natale, quindi anche noi abbiamo dovuto trovare un compromesso. Il nostro albero di natale è una spirale di fil di ferro, sulla quale sono appesi addobbi in parte home made, in parte recuperati e in parte acquistati da me negli ultimi 2 anni, con una spesa inferiore ai 5 euro. In totale ci abbiamo messo 10 minuti a decorare la casa, ma mia figlia era in estasi. Per compensare abbiamo 3 calendari dell’avvento 🙂

  11. ciao!!!! io non ho mai amato il natale e ancora di meno addobbi ecc… però da quando sono mamma mi sento un po’ cambiata, anche se non siamo cattoliche, inizia a piacermi l’atmosfera in casa.. la nanetta che cammina goffamente tra le luci di natale e gli addobbi mi pare un’immagine così dolce che quest’anno cedo ad ogni proposta di mia moglie, l’amante del natale fino al midollo.
    Unica pecca: l’albero l’abbiamo preso piccolino e posizionato sopra un mobiletto alto perchè la terminator di casa, ora che cammina, lo potrebbe travolgere al primo secondo di libertà! 😉
    Quindi quest’anno alberone sul portico!!!!!
    baci

  12. Oddio Miley è fantastica ahhaaha ho riso un sacco, Stasera quando torno a casa la stampo e la metto anche io sull’albero, i miei coinquilini saranno contenti XD

  13. Tu hai il potere di commuovermi ogni volta … sì ok, io sono stravolta di mio, ma voi siete fantastici, tutti, nel vostro essere assolutamente veri.
    E cmq … io polentona, ma lucine a non finire 😀
    L’albero è stupendo!

  14. Io amo il Natale. L’anno scorso è stato un Natale molto difficile per vari motivi, e avevo abbandonato il mio Signor Alberone in solaio, ripiegando sull’alberino mignon. Quest’anno ho ripristinato il Signor Albero Grande, e lunedì è stato un pomeriggio di festa con la mia bimba, mentre lo addobbavamo. Il presepe invece, ancora niente… ma il presepe a me viene fuori solo su ispirazione, e poi c’è tempo, probabilmente questo weekend mi metterò all’opera. Forse! 🙂

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: