Nuda veritas
23 Commenti

Essere lesbica è trendy (?!)

Era una giornata “buia e tempestosa” ed io me ne stavo rintanata nel mio studio. Nina si affaccia ad una finestra del secondo piano a sbattere una coperta.

La sento parlare con qualcuno, giù in strada. Frammenti di frasi smangiucchiate che non riesco a ricostruire. Curiosa come un macaco le chiedo lumi.

– Si è fermata una signora che ha perso il cane. Mi ha chiesto se lo avevamo visto in giro.

Archivio la faccenda nella cartella “Cose di cui non mi frega una cippa” e mi rimetto a lavorare. Verso l’ora di pranzo vado a farmi una passeggiata nel bosco. Dista poco da casa e devo solo percorrere una strada di campagna scarsamente abitata. Vedo venirmi incontro una macchina rossa. Prendo Botolo (il cicciometiccio di Nina) prima che si faccia schiacciare.

cicciometiccio

Il finestrino si abbassa e una signora mi chiede se ho visto un cane marroncino, il suo, che è scappato e non riesce a trovarlo. Ed io:

– Ah, sì certo. Sei passata prima da casa a chiederlo! No, mi spiace non l’ho visto.

– Scusa…non ci ho fatto caso che eri tu. Ma…prima non li avevi gli occhiali?

– Sì, li ho da quando avevo 15 anni. Prima hai parlato con Nina, la mia compagna.

– Ah. Ok. Comunque se lo vedi, fammi sapere. Io abito in Via PincoPallino.

Più tardi passa una nostra amica ad accompagnare Ariele a casa. Non riesce a parlare, da tanto ride:

– Avete conosciuto la mia amica, quella che ha perso il cane, vero?

– Sì, perché?

– Perché l’ho incontrata in farmacia ed era tutta arzilla che aveva conosciuto “le mamme lesbiche”. Voi non lo sapete, ma destate molta curiosità – benevola per carità, in paese.

Ed io che pensavo di essere popolare perché ho una montatura degli occhiali fighissima o i capelli tagliati come Jessica Fletcher. Vado a riprendermi dallo shock.

 

 

23 Commenti

  1. Cito: “Ed io che pensavo di essere popolare perché ho una montatura degli occhiali fighissima o i capelli tagliati come Jessica Fletcher. Vado a riprendermi dallo shock.”

    AHAHAHAHAH 😀

  2. Certo, un sacco trendy, come tutte le cose strane (Sai, ho conosciuto quella-persona-che-fa-quelle-cose-là e mi sento molto meno provinciale oggi). E niente, ho scoperto il tuo blog per caso e lo adoro 😀

  3. ElleBi dice

    i capelli come Jessica Fletcher, sto rotolando dalle risate. Ma sono solo i capelli o sei anche brava a risolvere misteri? 😀

  4. Alla prossima vicina curiosa che passa, almeno fai pagare il biglietto, così ci guadagni pure su!
    Anni fa, vivevo in una corte di villette a schiera. Girava voce che sarebbe arrivata una coppia di lesbiche a vivere proprio di fronte alla mia villetta, e tutti i vicini a chiedermi: tieni controllato, quando arrivano facci sapere, mi raccomando!!!
    …e niente, mi è toccato controllare con attenzione… tutti i giorni a controllare con attenzione………
    …soprattutto perchè nella villetta a fianco viveva un fascinosissimo carabiniere single, che girava per casa a petto nudo… che mi fregava a me dell’arrivo della coppia lesbica?! 😀 😀 😀

  5. Vengo da un paesino piccolo piccolo in provincia di Firenze.. non abito piu li però quando torno mi sento una vera vip.. Ovvero mi ci fanno sentire cosi perchè sono l’unica dichiarata( che io sappia) Quando cammino per la strada sento che mi osservano e mi è capitato che qualcuno mi rivolgesse domande come :”Che figo! Ma sei lesbica! Questa cosa mi incuriosisce troppo.. parlamene parlamene.. ma com’è essere cosi???!!! ”
    Questo è il lato negativo di essere un”‘attrazione”.. però c’è un lato positivo in tutto questo.
    E’ capitato ultimamente che, grazie a questo essere così “aperta” (semplicemente me stessa) che amici miei o anche solo conoscenti, si rivolgessero a me per chiedermi aiuto.. per una serie di motivi.. o perchè non riescono a dichiararsi.. o perchè si sentono soli.. o perchè sono discriminati in famiglia e non sanno con chi parlare.. dunque.. se deglutire provincialità tutte le volte che vado può servire a chi abita in un luogo del genere a “venirne fuori”, lo faccio piu che volentieri.. magari chissà.. in un futuro.. anche in un minuscolo paesetto provinciale questa “cosa” potrà finalmente passare inosservata.. e dichiarare la propria sessualità sarà come esprimere un giudizio come un altro, senza ripercussioni.. senza sofferenze.
    Chissà!

    Complimenti per il blog, è davvero bello leggerti.

    Buona giornata!

  6. dai, ammettilo che lo sai che è per quello che sei una vip!!
    seriamente, è vero che l’obiettivo è “non far più scalpore”, ma perchè si arrivi a quello è bella l’idea della “contaminazione positiva” dei paesini di provincia di tutta Italia!!
    non vuoi venire a vivere vicino a me?? guarda che c’è tanto verde.. campagna e boschi a volontà!!! io ti vorrei troppo come vicina! in effetti lo ammetto, un po’ ti farei mille domande, ma magari anche tu..per motivi diversi.. o no? ;0)

  7. Leggerti è davvero… gustoso! Mi piacciono un sacco la tua leggerezza e il tuo humour. Coraggio, i capelli ricrescono. Io, per riavere i miei capelli lunghi, dopo qualche anno di corto bon ton, stile Gwyneth Paltrow in Slinding Doors, ho attraversato un lungo periodo da Rosi Bindi imbizzarrita. Basta velare gli specchi 😉

Rispondi