Uccelli di rogo: accendetevi una pira, prima di continuare a leggere

Ciao. Mi chiamo Veronica. Ho i capelli rossi. Ho un gatto nero. Faccio pozioni a base di erbe. Leggo e m’informo. Questo fa di me l’eretica perfetta.

Cos’ho fatto per meritarmi tale epiteto [di cui vado fiera, mica da tutti essere accomunati a Giordano Bruno]? Mi sono imbattuta in una discussione su facebook in cui gli omosessuali venivano bollati come: contro – natura, pervertiti e figli del peccato. A rincarare la dose: indegni di allevare figli che sarebbero cresciuti nella perversione, né più né meno dei figli di separati, divorziati o di chi ha prolificato senza essere benedetto dal sacramento di Dio.

eretica

Ognuno è libero di credere a ciò che vuole. Io sono atea con tendenze animiste e pagane e credo nello Spirito Critico più che nello Spirito Santo. Rispetto chi la pensa in maniera diversa della mia, tant’è che non m’intrufolo nelle chiese sfidando il prete e nella speranza di convertire i suoi fedeli.

Perciò rimango sempre basita della verve da crociati dei cattolici fanatici, che niente hanno a che invidiare a quelli di altre religioni. Per me un fanatismo è un fanatismo. Non m’interessa né sapere  il nome della squadra per cui tifano e nemmeno quello del dio che osannano. Perché dunque si ostinano a metter bocca in questioni civili che non li riguardano?

La questione mi affascina a livello antropologico, perciò mi è capitato di avere uno scambio di opinioni con una tizia “Arruolata nell’esercito di Maria” [già il nome bellicoso mi crea un prurito simile all’orticaria. Ma non erano per la pace queste genti? O intendono l’evangelizzazione un’operazione da compiere con le armi?].

A nulla sono valse le mie argomentazioni: prove empiriche del fatto che i figli degli omosessuali crescono come gli altri, che se gli omosessuali fossero contro – natura non esisterebbero, che l’OMS ha dichiarato già da tempo che l’omosessualità è una variante della sfaccettata sessualità umana e pertanto ha la stessa “dignità” dell’eterosessualità e così via. Non c’è stato niente da fare. Questo il tono delle sue discussioni:

cattolici fanatici

 

Per continuare con:

fanatismo cattolico

È andata avanti un bel po’ anche sulla chat privata, sebbene avessi smesso di rispondere alle sue farneticazioni. Del resto, che tipo di dialogo si può instaurare con chi considera il confronto e l’apertura mentale “l’inganno di Satana”? E le evidenze scientifiche cazzabubbole da subordinare alla Bibbia?

invasata

 

Qui non c’entra niente l’essere credenti. Si tratta di essere degli invasati che hanno la presunzione di sentirsi Verità e mettere bocca nella vita altrui [tipo le famose torture inflitte ai gay per “redimerli dal peccato”].

Alla fine l’ho bloccata. Non prima di averle scritto nel dettaglio cosa penso:

Vedi cosa differenzia un credente da una fanatica? Il fatto di reputarsi nel giusto e che l’altro sia in errore. Non c’è nessuno spirito critico in te. Mentre tu parli di cose astratte che nemmeno conosci, io parlo di realtà vissuta. E siccome sei su questa terra anche tu e non in Paradiso, dovresti imparare l’umiltà. Invece di sentirti portatrice di Verità. Capisco che vivere così sia molto più semplice. Tutto è riconducibile al Bene e al Male. E tutto ciò che è pensiero critico è inganno del maligno. Scusami, ma non vedo i presupposti per continuare una conversazione. Questi atteggiamenti da setta mi fanno orrore. E mi dispiace dirtelo, ma te e quelli come te mi fanno più paura di Satana. Del messaggio di Cristo prendete ciò che vi fa comodo per difendere il vostro limitato mondo. Gli unici ad essere contro natura siete voi, perché il creato è molteplicità. Buona vita limitata.

A tutto c’è un limite e la puntata di “Sogno Eretico” finisce qui.

Da oggi sappiate che non emetterò più fatture, ma malocchi per i clienti morosi.

91 commenti » Lascia un commento

  1. “credo nello Spirito Critico più che nello Spirito Santo” e ti adoro anche solo per questo! Per il resto, beh, pare che “vivi e lascia vivere” per alcuni non sia concentrato. Poi si sa, le crociate e la caccia agli eretici non passano mai veramente di moda.

  2. come penso di aver già raccontato una volta, cresciuta in una famiglia (non i miei genitori, ma zii, nonni, etc.) profondamente cattolica, da 20 anni mi professo atea. Sono talmente convinta della mia scelta che non solo entro in una chiesa esclusivamente per visite artistiche o matrimoni/battesimi/funerali, ma ho deciso di non sposarmi e di non battezzare mia figlia (primo caso in famiglia). Al liceo e poi all’università ho conosciuto il fenomeno dei fondamentalisti religiosi e ho cercato di avere meno contatti possibili con queste persone, non perchè le tema ma perchè ritengo tempo sprecato cercare di discuterci. Qualche mese fa una mia ex studentessa mise su Facebook una frase sui matrimoni omosessuali con un commento del tipo “io sono contraria perchè questa cosa è contraria alla natura”. Un commento cosi stupido meritava una risposta e feci notare alla ragazza che il matrimonio non ha niente di naturale, se proprio vogliamo ben guardare, ma è una convenzione inventata dagli uomini per ragioni giuridiche ed economiche.
    Capisco benissimo la tua rabbia Veronica e la tua voglia di rispondere a queste persone, ma credimi, puoi usare il tuo tempo in modo piu utile e costruttivo, tipo preparare malocchi 😉

  3. Ma tu perchè perdi il tuo preziosissimo tempo con questa (ed altra) gente? Io neanche una riga le avrei scritto… tempo sprecato!

  4. Adesso non vorrei offendere nessuno, del resto ho una moglie che crede ciecamente nei folletti del bosco. Ma nell’era del telescopio Hubble e le conoscenze geologiche e astrofisiche, come si fa a credere ancora in un Dio? Di un Paradiso e Inferno? Nella creazione e di Adamo ed Eva? Solo una demente può difendere a spada tratta la parola del signore, la stessa parola che ha trucidato streghe e indios, gli stessi emissari del signore che hanno abusato e violentato bambini, bambine e giovani, sempre gli stessi che con l’inganno sottraevano alle famiglie benestanti poderi e denari a beneficio della chiesa. Sinceramente, è più probabile l’esistenza dei folletti.

  5. Questi fanatici mi fanno più paura di quelli della lega, sai? Comunque capisco questa voglia di capire, parlare, di cercare di portare avanti una discussione, di far vedere del buono negli altri (ma non farli cambiare, eh!). Mi capita spesso anche su varie altre argomentazioni. ma alla fine forse ha ragione Bia, che sprechiamo tempo. L’evoluzione (spero) ci darà ragione!

  6. Con quella gente è inutile, assurdamente, sconsolatamente,davvero totalmente inutile.
    I fanatici son bestie puoi cambiargli l’etichetta sa non uno uguale identico all’altro, cambia il il dio o l’argomento, ma la dinamica è la stessa. Ho smesso da molto a provarci, anche perchè 9 volte su 10 è pure gente disturbata mentalmente…

    Di buono ti hanno fatto fare un post degno di like 😉

  7. La natura ci prevederebbe intenti a copulare con partner vari per propagare la specie, quindi anche il matrimonio monogamo sarebbe un bel po’ contro natura.
    Comunque sono sempre colpita dalla nostra tendenziale affinità, saremo mica sorelle separate alla nascita?

  8. per me cercare di ragionare con certe persone è tempo perso. Dovresti guardarle e dire semplicemente “to va respira ancora” e passare oltre.
    :-*

  9. Io sono fuori dal coro..sono lesbica,cattolica e praticante. E impegnata in parrocchia..molti mi dicono, come fai? In questi anni ho imparato una parola importante TOLLERANZA! Io sono contraria alle sentinelle in piedi..il mio don mi ha negato l’idoneità do fare da madrina a mia nipote x questo motivo..eppure vado a vanti a testa alta, xke non potrei mai rinunciare a una delle due parti..sarebbe come sradicare le mie radici.

    • Infatti sono scelte personali 😉 Io non potrei tollerare che qualcuno mi possa giudicare idonea o meno a seconda del mio orientamento, ma per fortuna il mondo è vario. Quello che non sopporto è che mi si venga a dire che la persone subiscano discriminazioni da parte di chi si considera detentore di Verità Assoluta. Un abbraccio, Lenny.

    • non sei la sola, anche io ho amici omosessuali e cattolici praticanti. La vostra vita in effetti non è semplice, soprattutto di fronte a situazioni come quella che è capitata a te per il battesimo di tuo nipote. Posso immaginare la tua delusione.

  10. Ci hai perso anche troppo tempo: con questa gente sono tutte parole buttate al vento. Condivido ogni tuo pensiero, peccato che dall’altra parte non sarà arrivato nulla. Un abbraccio!

  11. “Come ci ha voluti Dio” lei lo sa, forse glie l’ha detto lui direttamente… o l’ha letto su quel libro che la chiesa prende come unica verità? quella in cui si leggono stermini, stupri, mutilazioni, incesti sempre nel nome di Dio? forse la furbetta non ha mai letto la Bibbia, altrimenti si ricrederebbe su come ci ha voluti Dio oppure sta travisando, come i teologi hanno sempre fatto. Che poi se davvero il buon Dio non mi voleva lesbica o si è sbagliato (alla faccia dell’onnipotenza) o non sono figlia sua e francamente credo sia così, tent’è che sono buddista e della sua patria potestà non mi importa nulla

  12. 1) Se smetti di fare fatture aspettati la visita della Guardia di Finanza. A meno che non tu sia fornita di regolare registratore di cassa, e attacchi lo scontrino al malocchio, che oltre tutto fa da garanzia..
    2) Io non sono molto d’accordo lasciar perdere come è stato suggerito anche da diversi commentatori. Bisogna iniziare a mandarli a fare in culo e farli capire quanto sono ignoranti e dementi. ( scusa il mio eccessivo linguaggio aulico, ma come si sente ho studiato ad Oxford :))
    3) Questi signori creano e diffondono luoghi comuni, e come si sa il luogo comune non è prova ne probabilità di una verità ma a cui tutti sono disposti a crederci.. il razzismo è frutto del luogo comune, i luoghi comuni portano solo sofferenza e dolore, quindi vanno annientati.
    4) Una volta mi sfuggì di dire che io non ero eterosessuale. Come fai a non esserlo se hai un marito e due figli? Questa fu la risposta.. a parte non ero sposata, ma poi cosa pensano che solo gli eterosessuali possono fare i figli? sono a conoscenza di come si fanno i figli? Lo sanno che si possono fare figli fuori dal matrimonio e fuori dalla coppia? Dovrebbero, anche perchè la loro religione l’origine è basata sulla fecondazione eterologa, cioè avvenuta fuori dalla coppia.

  13. Ti leggo dall’inizio, sei un mito! E soprattutto grazie per avere lo stomaco di affrontare dialetticamente certe persone che io non avvicinerei nemmeno via Wi-Fi…

  14. Mi aggiungo al coro di coloro che prima di me ti hanno fatto i complimenti per averci provato.
    Anche io vorrei farlo. Quando sento qualcuno dire cose del genere il mio impulso è: “Ti prego, andiamoci a prendere un caffè e parliamone con calma.” Perché credo nelle parole e credo nella logica, non riesco davvero a comprendere reazioni così inconsulte e penso sempre che chi parla in questo modo è male informato, ignorante o solo spaventato e che attraverso un dialogo equilibrato si possa chiarire l’equivoco.
    Ci rimango malissimo quando scopro che rifiutano totalmente di confrontarsi. Il fanatismo è oltre i miei confini, sono un’ingenua…

      • Sì, mi sa che dobbiamo rassegnarci. A tal proposito, visto che siamo in argomento, ti chiedo un consiglio.
        A partire dalle prossime settimane vorrei avviare sul mio blog una serie di interviste sul mondo lgbt, aperte a chiunque abbia voglia di raccontare la propria esperienza o quella di amici e familiari, per confrontarsi su tutti i punti di vista e informare meglio di quanto possa fare la mia voce da sola.
        Vorrei intervistare anche dei cattolici e possibilmente un sacerdote, per includere il punto di vista della fede, ma penso che non sia il caso di andare a provocare i fanatici perché non accetterebbero di rispondere alle domande. Che faccio, ci provo o no? :/
        PS se tu e la tua compagna siete interessate mi piacerebbe coinvolgervi…

  15. Oh Gesu’!

    A proposito Lui disse: NON GIUDICATE O SARETE GIUDICATI.
    NON GIURATE AFFATTO, PERCHE’ NON AVETE NEANCHE IL POTERE DI RENDERE BIANCO UN SOLO VOSTRO CAPELLO.
    AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO.
    PORGI L’ALTRA GUANCIA.
    QUALUNQUE COSA FARETE A UN VOSTRO FRATELLO L’AVRETE FATTA A ME.
    Beh non ricordo le parole esatte.. Ma i suoi argomenti erano questi.
    I fanatici hanno dimenticato Gesu’ e dato spazio all’elaborazione perversa del suo messaggio e del suo esempio.
    Non dimentichiamoci che i preconcetti sono sensazioni, emozioni e disprezzo.
    Fanatica la signora, invadente e arrogante.
    Vera vengo nella pira!
    Baciotti!

  16. direi che non esprime certo l’opinione di una persona credente..
    non è carino fare di tutta l’erba un fascio come qualcuno ha scritto sopra..
    la religione cattolica non è solo le “brutture” (è un eufemismo, ovviamente!) che sono avvenute in suo nome.
    direi che il rispetto ci vuole per tutti, anche per chi crede e ha una mente aperta a ciò che accade e a ciò che siamo! peccato che a causa di persone come quella con cui hai provato a disquisire, poi ne esca male la comunità credente tutta, di questo me ne dispiaccio sempre!
    sono credente e praticante, con mille dubbi che credo siano parte di chiunque viva ponendosi domande. (era per spiegarmi…)

    • Infatti 🙂 Come ho scritto nel post, io rispetto la fede di chiunque a patto che rispetti la mia. E purtroppo no, nel mio caso, non mi sono imbattuta in una persona credente, ma in un’invasata fanatica. C’è una bella differenza, come scrivi giustamente tu. Il problema è che spesso la comunità cattolica s’impone come ente morale universale e questo crea fastidi e acredini in chi cattolico non è. Un po’ come se tu vivessi in una comunità prevalentemente animista e ogni giorno ti sentissi “emarginata” o criticata per la tua fede. Questa è una mia riflessione, non volta nella maniera più assoluta a mancare di rispetto a qualcuno. Spero si sia percepito 🙂

      • Vorrei solo far notare che le brutture cattoliche avvengono anche adesso, non solo nel passato. Il Vaticano ha ancora le capacità di fare crollare i governi, di coprire i preti pedofili, di negare l’adozione a coppie gay, di negare il matrimonio e i diritti essenziali di convivenza ai diversamente etero. Facciamo atterrare le sonde sulle comete e diamo la possibilità a questi disgraziati di rovinare la vita alla povera gente in nome di un dio che non esiste.

        La fede è da riporre nella concretezza dell’uomo non nell’astrattezza di un credo. Io credo nei preti missionari che aiutano le popolazioni più povere come credo nei medici senza frontiere che rischiano anche loro la vita in paesi pericolosi. Non è l’abito che fa il monaco come non è la chiesa che fa la famiglia.

        Gandhi, Martin Luther King, Maria Teresa di Calcutta, Gesù, San Francesco, grandi persone che hanno insegnato molto, purtroppo in pochi hanno capito, chiesa compresa.

  17. Da donna atea che ha procreato tramite fecondazione assistita, con diagnosi genetica, con un uomo divorziato e non ha battezzato il frutto del peccato e poi, per completare l’opera si è anche separata dal succitato già divorziato posso dirti che io con i fanatici religiosi ho chiuso. Una battaglia persa. Ma ho combattuto battaglie epistolari come la tua molte volte e capisco bene che a volte le dita davvero prudano! Brava comunque, gran classe.

    • non sapevo dell’esistenza della diagnosi genetica preimpianto, in effetti è un bel vantaggio rispetto all’invasività della villocentesi o dell’amniocentesi

      • E’ un po’ più complicato di così, e non è alternativa alla villo o all’amnio e comunque la l.40 la vietò. Ora si può nuovamente fare ma solo in determinati casi. Io comunque la feci sul globulo polare, quindi esaminando solo la mia metà del patrimonio genetico. Diciamo che anche all’intenrno della PMA è un’ ulteriore medicalizzazione e intervento su ovociti o embrioni e fa diminuire le possibilità di successo. E’ comunque invasiva anche se è un embrione e non un feto.

      • io ho fatto la villo per un problema genetico in famiglia… l’esperienza peggiore di tutta la mia vita. In effetti pensavo all’invasività sia per la mamma che per il feto. Ma approfondiro l’argomento perchè mi interessa. Grazie per averne parlato

  18. non approfondisco filosoficamente né eticamente la questione perché l’avete già eccellentemente fatto nei 30e passa commenti qui sopra…

    Penso che con un semplice “Facebook é contro natura, Facebook è satana, come mai lo usi?” l’avresti annichilita, avrebbe cancellato il suo profilo e sarebbe corsa a confessarsi 🙂

  19. secondo me non ha colto mezza parola di quello che le hai scritto.. Le andava ricordato che Gesù professava l’amore, la non violenza assoluta, invitava le persone a convertirsi, non le obbligava insultandole, poi c’è tutta l’altra parte su quanto sia importante non giudicare il prossimo. Ma evidentemente delle parabole che ha letto (se le ha lette) non le è rimasto nulla.

  20. Ragionare con gli idioti è tempo perso,veramente perso, dato che com’è noto la medicina per loro non è stata ancora inventata. Immagino come si sarà sentita importante la milite idiota nel suo tentativo di esorcizzarti!

  21. Su cosa significhino parole come “credere” o “Dio” si potrebbero aprire file immensi: il che, ovviamente, non si può fare in questa sede, per ragioni di spazio e di tempo. Dico soltanto che la cosa che mi spaventa di più è la convinzione d’avere una risposta assoluta a qualunque cosa…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: