Nuda veritas
29 Commenti

Primo giorno di tutto – famiglia espansa e staffetta mattutina

Non siamo una famiglia normale. Semmai vi fosse balenato per sbaglio nella mente. Click. Spegnete questa immagine. Mai che ci riesca una cosa fatta bene. O, almeno, vagamente coerente con i programmi prestabiliti.

Oggi. Primo giorno di Ariele alle medie. Primo giorno di Ita in quinta elementare. Primo giorno di Brita all’ultimo anno di asilo. Scuola nuova per tutti.

La sveglia suona alle 6,45. In un attimo ho pensato di aver sbagliato era geologica nel programmare lo smartphone.

Io e Nina ci trasciniamo giù dal letto e ci dividiamo i figli da chiamare.

Tu piano sopra Ari – io bambine

Del resto, appena sveglia, a malapena respiro. Figuriamoci se riesco ad articolare frasi di senso compiuto.

Muovetevi. È tardi. Hai cambiato le mutande? Hai preso la cartella? Cazzo, il caffè sul fuoco! Amore, magari mi lavo gli occhi prima di uscire?! Prendi il gatto che è uscito?

Io con su il trucco della sera prima (mi sono dimenticata di struccarmi e stamani l’effetto panda estinto era evidente). Ho inforcato gli occhiali da sole da diva, non avendo avuto il tempo di lavarmi il viso. Effettivamente, con i pantaloni della tuta e le birkenstock stavano una favola.

Corsa in macchina.

Aspetta controlla gli orari! Chi entrava prima? Prendo il foglio. Uhm. Chi è che ha spiaccicato la cioccolata sul foglio?! Non si legge nulla! Allora Ari oggi alle 9, Ita 8,05, Brita fa l’inserimento. Bene, allora direi Ita, Brita, Ari. Poi torniamo da Brita e rimaniamo lì. Alle medie ci aspetta pure Giuseppe.

ASPETTA!

Che?

Il telefono. Le foto!

Eccoli, bellini. Sorridete!

primo giorno di scuola

Via. Le prime due andate. Contente  ed emozionate. Dai, ci manca solo Ajeje. Corri che è tardi. Dobbiamo trovarci nella palestra della scuola. Ci devono dire la sezione.

Ari? Ari?? Come stai?? Sei tanto agitato???

tensione

Una mattina impegnativa. Una nuova scuola per tutti. La tensione della novità. Nina, Giuseppe ed io eravamo molto in pensiero per loro e anche molto tristi. Un nuovo anno scolastico è appena cominciato. Ci sarebbero mancati?! La casa vuota. La possibilità di lavorare in santa pace…

figlia a scuola

Va bene. Forse ci siamo fatti prendere la mano. E per mettere a tacere i sensi di colpa gli abbiamo fatto trovare anche un regalino di Primo giorno di Scuola Nuova.

regalo del primo giorno di scuolaAh. Al nostro ritorno ci siamo accorti che la gatta era scappata (ce l’hanno riportata i vicini) e la gallina non aveva fatto l’uovo.

Il cane, in compenso, era sereno.

29 Commenti

  1. Ok. Posso prendermi un po’ di confidenza? Posso, si?
    Solo un po’…per dirti: CHE FIGO CHE E’ GIUSEPPE? 😀
    Ecco, l’ho detto.
    Anzi, tra compagna attuale ed ex compagno (parlo da gay, quindi non ti rubo nessuno 😛 ) devo dire che te li scegli tutti fighi . E brava Veronica!

  2. Ma secondo me, li ha traumatizzati più la carta regalo di Peppa Pig, che non il primo giorno in scuola nuova con compagni e maestre nuove!! 😀

  3. Giorgia dice

    Io non so se ridere di più per le foto (però gli occhi a panda sei riuscita a recuperarli) o per come racconti questa giornata…è una dura battaglia. Bambino del giorno per la foto Brita: è fantastica nella prima foto! dolcissima. Bambino del giorno: Ariele..ha tutta la mia solidarietà per la reazione che avrà quando, dopo esser rientrato dal primo giorno delle medie (giorno di solito agitatissimo), troverà il regalo incartato con PeppaPig…ecco…un sorriso a lui 😉

  4. No dai c@zzo… la gallina che non ha fatto l’uovo!! ma sai che anche le mie in questo periodo ne fanno davvero pochissime?
    (Ho perfettamente centrato il nocciolo della questione? 😛 )

  5. Secondo me se domani vi organizzate che vi svegliano i ragazzi per farsi portare a scuola forse ve la cavate meglio!!!! 😉
    Scherzi a parte chi meglio di me ti può capire, ho tre figli di età diverse che vanno in scuole diverse e anche io non riesco quasi mai a struccarmi la sera prima! 🙂

  6. francy dice

    Noi siamo stati piu ordinati e meno chiassosi =P =D
    Bene Bravi Bis… l’importante è cominciare… e noi speriamo che ce la caviamo …tutti!
    In bocca al lupo!!

  7. ElleBi dice

    se puo consolarti, qui la scuola è cominciata da ben due settimane e noi ancora non abbiamo trovato il ritmo, complice il fatto che io nel frattempo ho iniziato a lavorare ad un nuovo progetto per cui ho dovuto cambiare un po’ i miei orari e che settimana scorsa ero ad un congresso (a Pisa… ho visto un’immobiliare Barsotti). Morale ancora lunedi ci scambiavamo messaggi del tipo “ma chi va a prendere T. a scuola oggi? io o sua mamma?”. Molto bene… ce la possiamo fare. Io mi sono posta come obiettivo di arrivare viva a fine settembre.

  8. Tuo figlio mi sta simpatico a pelle perchè mi ricorda un mio capo scout! ( laici naturalmente, le due cape massime dell’associazionipe erano due donne che stavamo insieme!)

Rispondi