Nuda veritas
84 Commenti

Dimmi che colazione fai e ti dirò chi sei

L’ho già scritto in ogni dove che mi piace mangiare. Ma a dire il vero, il mio pasto preferito della giornata è la colazione.

Da piccola, mi alzavo felicemente solo quando sentivo il rumore di ciotole e tazze provenire dalla cucina. E un odore aromatico e denso di caffè arrivava fin dentro camera mia.

Ovviamente all’epoca quel caffè non era destinato a me, ma il suo profumo è da sempre impresso nella mia memoria olfattiva come sinonimo di casa e di famiglia.

Mi alzo presto perché la mia colazione, per consentirmi di svegliarmi per bene e di non imprecare su un funesto epilogo della giornata, deve durare almeno mezz’ora.

Vietato coinvolgermi in pensieri profondi o espormi problematiche escatologiche fino al momento in cui la tazza, che era servita a contenere il mio latte, non giace inerme dentro la lavastoviglie.

Il Buongiorno con coccole, è invece gradito e pure auspicato. [Lo sa bene Nina, che una volta è scesa dal letto senza salutarmi per lasciarmi dormire e io ho le ho tenuto il broncio per due ore].

Le mie colazioni sono adesso di due tipi. Con o senza bambini. In entrambi i casi, per me, è un momento prezioso e molto intimo, da condividere solo con poche e speciali persone.

Quando ci sono i mostrini, ovviamente, la cucina è molto colorata di chiacchiere che si rincorrono e voci che si sovrastano. Un miscuglio di odori e di sapori. Perché non c’è uno che mangi le stesse cose dell’altro o che stia zitto se ha la bocca piena.

Nina adora gli oro saiwa e il caffelatte caldo, io caffellatte tiepido ma vario i carboidrati a seconda dell’umore [devo avere una scelta di almeno 3 prodotti da forno in dispensa], i mostrini bevono succo di frutta e alternano varietà di biscotti, fette biscottate con la marmellata o con la crema di nocciole. A dire il vero se avanza la pizza [cosa rara] me la mangio a colazione col caffè. Ma questa è una perversione di cui non sono pronta a parlare.

E stamattina non ci siamo fatti mancare i pancakes. Ovviamente nella doppia variante allo sciroppo d’acero e alla nocciolata. A me che amo la cannella, degli amici hanno regalato questi deliziosi biscottini tedeschi e io ho già quasi finito il sacchetto. Che fai? Non li assaggi?

Morale: la colazione è durata un’ora. I sensi di colpa per le calorie ingerite molto meno.

Oltre ad essere una famiglia variegata ed espansa, siamo anche colazionatori fantasiosi. E multiculturali.

Poi venitemi a dire che le lesbiche non sono brave in cucina. [Però questi quanto magnano?]

 

colazione in famiglia

P.S.

Volevo fare una foto ai pancakes…ma sono finiti prima che potessi regolare lo zoom…

84 Commenti

  1. Racconti Fotografici Libera Photografia dice

    Lo sciroppo d’acero! ADORO! Che fa taaaanto bene ed è buono come il caramello!
    La colazione è la parte del risveglio ed è bello risvegliarsi tutti insieme..
    Fate invidia al mulino bianco e a quel povero spagnolo che divide i biscotti con una gallina annoiata.. 😀

  2. Io sono un morto di sonno. La mia sveglia è puntata per le 7,23, che non è proprio l’alba. Stamattina quando l’ho riguardata segnava le 8,12. Secondo te, che colazione potrò mai fare?? Hai visto troppe pubblicità del mulino bianco…. P.s. La mattina bevo mezzo litro d’acqua e mangio un cucchiaio di miele e propoli, il tutto in piedi davanti al lavandino…. Ma quando sono in ferie……

  3. Che buoni i pancakes con lo sciroppo d’acero! Qui solo una qualche domenica di un qualche mese, ma i ragazzini li adorano! Anche io avevo la colazione come momento sacro, adesso butto giù una mug (a volte due) di caffè amaro e basta. La mattina ho stomaco chiuso.

  4. Lucyinthesky dice

    Senza colazione potrei morire appena uscita di casa, a volte non mi cucino pure un paio di uova strapazzate o all’occhio di bue, caffé facoltativo!
    Bello il vostro rito, immagino l’allegria! 🙂

  5. Elizabeth dice

    Amen! Anche io sono molto ossessionata con la colazione, e mi ci trovo moltissimo nella tua descrizione. La colazione è sacra, senza una tranquilla e buona colazione la mia giornata non ha senso. ahahahah

  6. Quando mi alzo devo mangiare entro mezz’ora, se no sto male – e divento pure cattiva. Attualmente, visto che di fare moto, ahimè, non se ne parla, mi attengo a muesli, latte e una tazzina di caffè. Se ho tempo faccio una crostata, e allora caffellatte con la crostata. Se ho molta fame e non temo i sensi di colpa, caffellatte e biscotti – tipo digestive. Mia figlia mi somiglia, colazione irrinunciabile, in genere a base di succo di frutta e brioche, o fetta al latte, o crostata (se c’è), o una banana… e anche combinazioni di queste cose, tanto è talmente magra e talmente in movimento che non mi preoccupo. Il mio compagno di solito beve un caffè al volo, ma quando nel weekend si siede… caffellatte con almeno 400g di biscotti.
    Però a volte riesco a fare colazione al bar… se non c’è la piccola, per prepararla ci vuole ben più di mezz’ora…

  7. Io senza colazione (latte e cacao perché non ho mai superato la fanciullezza) non esisto, inutile anche tentare di fare conversazione. E i biscottini, ovviamente! E’ una dipendenza, insomma…

  8. ahahahahaahah poi ci sono le famiglie come la mia.. quelle in cui si aza presto, si apparecchia per bene per la colazione, si tira fuori la marmellata dal frigo, si prepara il caffè, ci si siede comodamente e…o cribbio è già così tardi???? scatti in piedi, ingurgiti due biscotti senza masticare, deglutisci un caffè in 3 secondi (con ustione di 4 grado dell’esofago) e poi scatti verso la porta di casa per non perdere il treno..
    ti assicuro mi è capitato di uscire in ciabatte e con le scarpe in mano (le ho cambiate in auto mentre lory alla guida dell’auto correva verso la stazione) 🙂

  9. Irene dice

    Essendo sarah canadese, in casa pancackes e sciroppo d’acero, imperano!!!
    La colazione è la migliore…variegata…nei cibi e negli stati d’animo.
    Io eugenio ed achille siamo pronti a discutere di massimi sistemi alle 7 di mattina…sarah e maddy, si taglierebbero le vene per lungo…a meno che in tavola, non ci siano i suddetti pancackes con sciroppo d’acero o chocolate chips!!!
    Dice il saggio: il mondo è bello perchè è vario!!

  10. Ciao! Scopro il tuo blog solo oggi e mi appresto a leggere un po’ di vecchi post…intanto da colazionatrice hai già tutta la mia simpatia! 🙂 Mi sono convinta col tempo che chi non comincia la giornata sedendosi per colazione ha qualche rotella fuori posto…

  11. Io sono straintollerante al latte, e il caffè mi agita … ergo, cornetto e succo di frutta se sono a casa (me lo prende il mio coinquilino prima di lavorare, e poi lo smolla al compagno disoccupato come me) , altrimenti cornetto e cappuccino al bar 🙂

  12. Era un tranquillo week-end di vacanza in montagna con famiglia e amici, avevo 12 anni, la sveglia, il buongiorno, latte, biscotti, caffè, marmellata, nutella, pane, abbrustoliamolo questo pane, hai acceso la griglia? uh metto su la polenta avanzata ieri sera, anche le salsicce, anche la rosticciana, e di queste braciole avanzate che vuoi fare? Da quel giorno solo “colazione dei campioni”!

  13. Non distrarti a fare foto, che quei famelici ti divorano i pancake in un batter d’occhio!!! 😀

  14. Grazia dice

    Mi viene il dubbio che sia tutto vero… Sembra tutto troppo “Mulino Bianco” versione “Mulino Arcobaleno”: una noia.

      • Grazia dice

        Che tu non ti annoi posso anche crederlo, la mia, forse esagerata, provocazione, era per dire che alla fine vedo tanta “costruzione”. Sbaglierò, ma non mi sembra sincero quello che scrivi, mi pare tutto molto cinematografico e/o teatrale. Opinione mia. Mi piacerebbe sentire di sensazioni vere, non di una soap opera.

        • Sarà che forse siamo abituati solo alle tragedie? O forse ti sei persa qualche post? 😉 Perché di soap opera qui abbiamo ben poco. Sebbene io abbia sempre desiderato chiamarmi Rosario e vivere in un lussuoso appartamento di Buonenos Aires 😀

  15. Diego dice

    Ricordo i bei tempi dello stomaco inceneritore quando alla pausa delle 8 nella ex ditta io e un collega facevamo colazione con fagioli , tonno ,mais maionese e coca cola , poi il resto della giornata non la racconto 😀 😀 🙂

  16. francy dice

    Ho assaporato tutto non solo la colazione (caffe e latte e fette biscot malto d orzo ….la mia)

  17. Bello, allora siamo in molti gli amanti della colazione!! Io ho persino convertito al rito fondamentale del mattino anche il fidanzato riluttante…adesso è quasi sempre lui che prepara la tavola, che io appena sveglia vado al rallentatore 🙂

  18. Eccomi! lo so lo so, che aspettavi trepidante, domandandoti che tipo di colazione si facesse qui…
    Allora, il marito si alza all’alba e si reca al lavoro senza che nessuno se ne accorga.
    Noi altri invece, ovvero io e i due bimbi, quando suona la sveglia ci rechiamo in cucina come un film degli zombie, io preparo caffelatte per me e latte per loro, metto sul tavolo corn flakes, biscotti vari, fette biscottate se ci sono, e mangiamo i primi minuti in silenzio, cercando di capire chi siamo, dove siamo, perchè siamo stati estratti a forza dal letto.
    Passati i primi minuti di stordimento, quando la colazione comincia a circolare nelle vene, cominciamo un qualche tipo di conversazione (o di litigio, dipende se si sono svegliati di buon umore o no).
    in ogni caso, quello che non manca mai, sono tanti tanti abbracci e coccole, anche da zombie! 🙂

  19. Io non ho una tradizione di colazioni mattutine sul palato, devo ammettere che mia madre cominciava a preparare il pranzo della domenica fin dal mattino pero’ il profumo di caffe’ che si preparava mio papa’ tutti i giorni lo ricordo. Mi intenerisce ancora quella sensazione di sicurezza proveniente dal caffe’. E devo ammettere che condivido anche la perversione della pizza fredda per colazione 😉 Mi hai fatto venire voglia di fare colazione alle 10 e mezza di sera ma in fondo il bello di fare colazione e’ anche questo, che si puo’ fare a tutte le ore 😀

  20. E io invece a colazione mi ritrovo con marito che gradirebbe ogni giorno una bella colazione giapponese (salata, con riso, verdure, zuppa di miso, alghe…) ma si accontenta che la prepari di domenica…
    Durante la settimana a lui la brioche comprata il giorno prima dal bar vicino al super con latte di soia per lui, e 5 ciotole di croccantini con carne tritata per i ragazzi pelosi.
    E io? Beh io sono una colaziofobica. Per me caffè, solo caffè. Tre tazze, prima che riesca a dire una parola sensata in giapponese. Alla quarta ricomincio anche a parlare italiano… ^^

    • Ahahah, mi fai sempre morire dal ridere Michiyo! Mi piace moltissimo la zuppa di miso (o almeno quella che ho mangiato, che chissà se è come mangiare la pasta in Francia…). In effetti io che ho difficoltà ad esprimermi nella mia lingua madre prima delle 11, non so davvero come farei con un’altra lingua 😀

  21. A me.. la colazione tutti insieme, mi fa ricordare le ferie.. gli altri giorni io ero la prima e l’ultima a rientrare..la mia colazione è; caffè e sigaretta.. è bene evitare di farmi qualsiasi domanda, nella prima ora in cui mi sono alzata.. potrei mordere!

  22. Racconti Fotografici Libera Photografia dice

    Studi scientifici hanno dimostrato che chi è incapace di creare armonia nella propria vita abbia necessità di denigrare quella degli altri.
    Si dice anche che certi soggetti in realtà sviluppino una tale mole di invidia da esserne fagocitati e anche alla sola visione di un’immagine in cui è descritta una colazione felice e quand’anche venissero invitati al tavolo della felicità rifiuterebbero categoricamente in quanto rischierebbero l’esplosione per autocombustione ..
    Bellissima questa colazione.. Veronicamente bella 🙂

    • Hai ragione, a me fanno tanta rabbia quelli che riescono ad alzarsi una mezz’ora prima la mattina e dedicarsi tante coccole burrose e marmellatose. Invece vivo con l’unico scopo di dormire 5 minuti in più e i week-end li passo a letto fino a mezzogiorno perdendomi il bello del mattino. Che vi vada di traverso la vostra amorevole colazione!!! 🙂 Scherzi a parte, io e mio figlio ricordiamo ancora con nostalgia quando facevamo colazione con tante gocciole e i cartoni animati del mattino, sono abitudini che fanno bene anche ai bambini per un futuro più sereno.

  23. Racconti Fotografici Libera Photografia dice

    Non e’ possibile!
    Facciamo lo stesso incubo tutti e tre! 🙂

  24. io solo caffè, mi viene fame dopo circa due ore.. ma sono già in ufficio 🙁
    però il mio moroso spazzola la pizza della sera prima, e di solito la preparo con acciughe abbondanti!!!

  25. Approvo in pieno la colazione e il caffè (forte e aromatico), se riesco faccio colazione da sola, in religioso silenzio… poi, quando capisco di essere pronta ad affrontare il mondo, allora sveglio le bambine.
    Mio marito lavora fuori sede, quindi al mattino sono sola… e me la godo 😉
    Da un po’ di tempo bevo acqua e limone prima di far colazione, il che comporta puntare la sveglia prima, però mi piace il silenzio della casa al mattino.
    Quindi buona colazione a tutti !
    p.s. la pizza fredda al mattino è favolosa (lo sguardo inorridito di mio marito la prima volta che mi vide farlo, resta nel best ever della storia famigliare)

  26. ElleBi dice

    Di ritorno dalle ferie (non odiarmi) ho riaperto il tuo blog dopo ben 3 settimane di assenza… poi leggero anche gli altri post, ma questo ha attirato subito la mia attenzione.
    Anche per me le colazioni sono divise in “con bambini” e “senza bambini”. Il “senza bambini” di solito è durante la settimana… nei giorni in cui lavoro la mia colazione si riassume in moka da 3 con zucchero e un goccio di latte + 5 biscotti. E solo perchè il mio compagno prepara la moka prima di uscire di casa, perchè altrimenti col cavolo che alle 5.50 avrei la forza di prepararmi il caffè. Durata totale della colazione meno di 10 minuti, che poi devo portare la piccola dalla tata.
    La colazione “con bambini” invece è molto simile alla vostra, con la dodicenne che vuole solo pane fresco di giornata con burro (salato, spessore 2 cm) e marmellata e l’ottenne invece cambia idea ogni settimana (cereali, pane, biscotti, etc.), ma ultimamente predilige i BN (biscotti francesi ripieni di cioccolato con la forma di una faccina). Per fortuna i pancakes mettono d’accordo tutti.
    Il mio incubo: la dodicenne si sveglia parlando e non concepisce che io risponda a grugniti quando suo padre non c’è… ma io sono già poco socievole di mio, figuriamoci prima del caffè e figuriamoci in una lingua straniera 😀

  27. ericagazzoldi dice

    “…se avanza la pizza [cosa rara] me la mangio a colazione col caffè.” Benvenuta, cara compagna di perversioni, Anzi: qui, c’è una che ti potrebbe insegnare. 😉 Sempre evviva la colazione ibrida! xD

Rispondi