Nuda veritas
16 Commenti

Ma ‘ndo vai se poi al Pride non ce stai?!

Allora. Post brevissimo al limite del messaggio da bacio Perugina.

Domani – 28 giugno – un po’ di Pride in giro per l’Italia

Giusto qualche riflessione:

#1 Il Pride non è un’ostentazione di gente con le piume, unta&bisunta che cammina con le mani sul proprio e altrui pacco, inneggiando alla promiscuità sessuale

#2 Durante i Pride non vengono distribuite droghe ai partecipanti etero per farli diventare a loro volta omosessuali

#3 Per partecipare al Pride non è necessario essere omosessuali, ma semplicemente aver voglia di manifestare per quelli che sono diritti civili di tutti.  Insomma, nessuno vi chiederà il certificato di sana e robusta gayezza

#4 Sono consapevole che io manifesto e combatto – contro l’ingiustizia di essere, in quanto lesbica, discriminata come cittadina di serie B – vivendo la mia vita alla luce del sole, tenendo aperto questo blog e sentendomi libera e felice come la protagonista di una pubblicità del lines seta ali. Ma la partecipazione ad eventi come il Pride è fondamentale per la causa

#5 Chi pensa che il Pride sia una pagliacciata, lo crede perché non ha mai partecipato. Ci sono una marea di famiglie e persino vecchietti col cappello. Certo, si sa che la tivvù poi mostra solo i carri e le persone pittorescamente abbigliate. Ma vi posso assicurare che, in giro per Riccione la sera, ho visto robe ben peggiori

#6 Il Pride è anche un evento divertente: si balla, si canta e si stringono amicizie. E se accanto ti capita qualcuno che puzza, puoi sempre cambiare posto. Cosa che sul tram te la sogni, per dire

E quindi: che lo spirito di Stonewall sia sempre con voi (se non sapete di cosa stia parlando, leggete qui).

Buon Pride a tutt@!

Pride

 

 

16 Commenti

  1. Qui c’è solo da imparare, come sono ignorante….. Appello a tutti i maschi etero indecisi: “Il Gay pride non è pieno solo di famiglie e vecchietti col cappello ma anche di strafighe etero! E’ sempre un peccato sprecare queste opportunità, unire l’utile al dilettevole!

  2. sulle folcloristiche persone che girano per Riccione la sera, avrei da scrivere per ore….. 😀

  3. Lisa dice

    io abito vicino a Riccione e posso confermare che Viale Ceccarini è a tratti molto più imbarazzante di un Pride!!
    io e la mia compagna poi, oltre a divertirci come pazze, piangiamo da morire davanti alle Famiglie Arcobaleno e AGEDO!!
    il Pride davvero tanta, tanta,tanta roba bella!!!!!!!!!!!

  4. Marta dice

    E anche noi qui domani andiamo al Pride! 🙂 Vi penserò… e mi raccomando: non fate come quelle mamme sciagurate che l’anno scorso hanno portato la bimba al Pride di qui e le hanno regalato *una piccola vuvuzela*.

  5. Diego dice

    Io mi sono trovato a quella di qualche anno fa a Torino e posso dire che li si vede veramente dei valori fondamentali tipo amore e famiglia . Mi piacerebbe partecipare per i prossimi visto che questo ormai è andato . Aggiornaci sui prossimi 🙂

Rispondi