Nuda veritas
37 Commenti

Gli omosessuali sono malati?

Dopo l’ennesima dichiarazione pubblica, secondo la quale tutti gli omosessuali sono malati, continuare a tacere è impossibile. E la Rete è insorta. Tra le reazioni più simpatiche del web c’è, senza dubbio, il video di Carlo Gabardini che risponde per le rime a simili idiozie.

Effettivamente sono un po’ stufa di sciropparmi i commenti dei vari ottusi in giro per il mondo. Sono certa che gli imbecilli inciamperanno anche nelle vite dei miei figli e l’idea che la mia omosessualità possa essere causa di derisione, non mi rallegra.

Confido di essere stata una madre sufficientemente capace e di aver dato loro gli strumenti necessari a rispondere in maniera appropriata.

Ma la stupidità è imprevedibile, tristemente creativa e pericolosa. Soprattutto quando risiede in personaggi pubblici e politici.

Se non ci concedono i diritti, che almeno ci concedano anche i “benefici” dell’essere affetti da “ricchionite cronica”.

Grazie Carlo.

 

 

 

37 Commenti

  1. A me fece ridere la battuta di quello che, a proposito dell’essere considerato malato, valutava l’ipotesi di telefonare ogni giorno in ufficio dicendo “Non vengo neanche oggi, sono ancora frocio!”.

        • E’ veramente bella. Volete dire che anch’io posso chiamare in ufficio e dire che per oggi mi sento un po’ frocio e me ne starò a casa per qualche giorno, finché non mi passerà? Non si sa mai, potrebbe essere contagioso….. Magari il dottore mi potrà anche prescrivere qualcosa, un antibiotico, una pillola anticoncezionale, con un po’ di ormoni si potrà guarire? Dovesse arrivare il controllo medico mi farò trovare con un bel boa di struzzo al collo….. Certo che non c’è limite all’ignoranza.

  2. Il video è fantastico! Il fatto che sia ancora necessario ribadire il concetto, invece, è da medioevo.

  3. alessiox1 dice

    Ormai più di 20 anni fa OMS ha detto che l’omosessualità non è una malattia, se qualcuno si preoccupa che gli omosessuali non possono avere figli(anche se detto cosi è sbagliato) non mi sembra che l’umanità rischi l’estinzione anzi è destinata a cresce di qualche miliardo nei prossimi decenni.

  4. Da non dimenticare che l’omosessualità, non è più una malattia, dalla metà anni 50 del XX secolo, e che ancora oggi in molti paesi del mondo è considerato un crimine. Ti aggiungo qui, il commento che volevo fare sul post successivo.. Io sul posto di lavoro sono sempre stata molto abbottonata, non solo perchè ho poco da far vedere, sono abbastanza piatta, ma anche sulle preferenze sessuali, ma non è bastato, in provincia la gente mormora, un giorno la mia collega, che nell’ora di pausa si prendeva il caffè e si fumava insieme, mi chiese: “ma è vero quello che si dice, che sei lesbica?” Io le spiegai la mia situazione, come mi definivo in quel periodo, e quello è stato l’ultimo caffè che ho preso con lei, da quel giorno mi ha evitata.. aveva forse paura che le saltassi addosso? Ma se non era nemmeno il mio tipo..

      • Si.. ma quello che non ho mai capito, e mi ha sempre infastidito, sono quelle donne, che dal momento che le dici che ti piacciono anche le donne, si sentono minacciate da te.. e attribuirti caratteristiche da predatrice.. per fortuna o purtroppo, non faccio sesso con tutte le persone che frequento e ci parlo..

  5. Dimenticavo; una mia amica diceva: sono lesbica, ma tranquilli è come l’intelligenza, non si attacca..

Rispondi