Nuda veritas
13 Commenti

Mamma cos’è la Festa della Liberazione?

– Mamma, perché oggi non si va a scuola?

– Perché si celebra una Festa importante, si festeggia la liberazione dell’Italia dalla dittatura e la fine della guerra

– Quindi ora tutti siamo liberi?

– Magari amore. Saremo tutti liberi quando non ci sarà più bisogno di manifestare per i propri diritti.

Quando non ci sarà più motivo di prendere in giro o ghettizzare chi è diverso.

Quando i bambini abbandonati negli istituti verranno adottati da persone che li amano. Indipendentemente dal fatto che siano due donne, due uomini o un uomo e una donna.

Saremo liberi solo quando le persone potranno scegliere se e con chi sposarsi, senza che la Chiesa e la Politica debbano decidere delle vite degli altri.

Più che festeggiare, ci sarebbe da ricordare. Che la strada è ancora lunga e la vera Libertà esisterà solo quando verrà riconosciuta dignità ad ognuno di essere ciò che è.

Buona Resistenza a tutt*.

13 Commenti

  1. L’ha ribloggato su Random Mee ha commentato:
    Non avrei saputo dirlo meglio….o anche semplicemente con altrettanta concisione e chiarezza, ergo rebloggo Veronica, che ammiro molto anche se non conosco personalmente 🙂

  2. Alessandro dice

    Concordo, ce ne è di strada ancora da fare… Ma se mi permetti Veronica, direi che della nostra vita non decide tanto la politica o la chiesa, decidiamo da soli. La politica cerca di “regolarla”, la chiesa di “indirizzarla”, ognuno fa la sua parte. Solo con una maturazione culturale potremmo cambiare il paese, ma questo non dipende ne dalla chiesa, tantomeno dalla politica, dipende soprattutto da noi.

    • Sì, infatti noi andiamo avanti. La politica dovrebbe tutelare i diritti di tutti. Non di una sola parte. E la chiesa non dovrebbe proprio entrare nel merito.

  3. Concordo con quello che dici, del tutto.
    Ma penso che spesso la vera libertà dobbiamo semplicemente avere il coraggio di prendercela e parlo in prima persona.
    Se guardo questo stato, con queste leggi (ma anche il mio stato con le sue leggi) noto che è vero che ci sono buchi, lacune, pasticci, ma è vero che c’è anche la possibilità di essere abbastanza liberi, almeno nelle libertà che non implichino ammazzare il vicino perché non ti piace o vivere nell’anarchia… solo che… solo che spesso (e parlo prima di tutto per me) siamo noi a non voler prendere le libertà che vorremmo… perché… perché poi la gente cosa dice, perché ci imbarazza essere notati, perché è più complicato, perché non vogliamo la responsabilità se va male… insomma perché siamo spesso pigri a voler cambiare.
    Per come sono io chi è libero dentro (come penso sia tu) riesce ad esserlo anche in una gabbia… chi ha una gabbia nella mente… nemmeno il paradiso dei suoi sogni lo farà sentire libero…

    • È verissimo Michiyo, però dovremmo partire dall’offrire pare dignità a tutti. Non si possono mettere alcuni in gabbia e altri no. Quello a cui mi riferisco è la libertà espressa e tutelata dal diritto. Poi, che ci sia molta gente che vive oppressa dalle proprie prigioni mentali…è purtroppo un’amara realtà 😉

  4. titti dice

    Certo. E quando finalmente possiamo sposarci con chi ci pare il mondo sarà perfetto. Dubito. La libertà o è di tutti o è di nessuno.

Rispondi