Nuda veritas
24 Commenti

Anche le famiglie omosessuali vanno in vacanza. Pensa un po’.

Anche le famiglie con genitori  omosessuali vanno in vacanza. Pure sulla neve, perché le lesbiche, si sa, hanno un senso del rischio e dell’avventura, più spiccato rispetto alle coetanee etero.

E così, sprezzanti del rischio e del pericolo, abbiamo deciso di concederci, addirittura, una settimana bianca. Sapete che vuol dire? Capacità di resistere ad un viaggio di 4 ore, con 3 nani di età variabile in macchina. Che alternano litigi furibondi a canzoni on demand da you tube, giusto per il gusto di seviziare il tablet e le nostre orecchie.

A questo va aggiunto l’ebbrezza di montare le catene da neve in mezzo alla bufera. Con la macchina carica di cibarie in quantità sufficiente da durare fino al disgelo e permetterci di sopravvivere ad una carestia di 4 anni. Ma le lesbiche, si sa, sono le versione grunge di Mac Gyver: ogni sfida non è mai troppo ardua da impedirci di sfoderare l’arte antica dell’arrangiarsi.

E poi? Sfide con gli slittini a velocità folli, che terminano velocemente, costringendoci a scavare con le mani per recuperare i figli catapultati e sommersi dalla neve.

Non ci facciamo mancare neppure le file strazianti per fare gli skipass e prenotare il maestro per le lezioni. Come se non ci fosse un domani e fosse l’azione che ti cambia la vita.

Perché le lesbiche si sa, sono prive di senso materno. Per questo ci siamo portati al seguito i nonni, costringendoli a vivere questa avventura inseme a noi.

Perché le lesbiche, si sa, non hanno senso della famiglia e nemmeno rispetto per i pensionati, a cui spesso nascondono la dentiera.

Se qualche etero si è riconosciuto in qualche passaggio di questa descrizione è un caso. Perché la famiglia “giusta” è quella formata tra uomo e donna. Come sostengono alcuni esponenti politici e altri invasati che non trovano niente di meglio da fare che stare ore in piedi in una piazza di Trento.

Continueremo a goderci questa splendida vacanza con i bambini, i nonni e la neve. Con i loro sorrisi, le loro bizze e la nostra, noiosa, normalità. Con buona pace di Giovanardi e amici.

24 Commenti

  1. invidia!!! settimana bianca!!!!
    dai che forse 3 gg me li faccio vah!
    buona vacanza famiglia!!

  2. Basta nascondere le dentiere ai pensionati!!! E poi ti chiedi da dove nascono i pregiudizi……..
    Scherzi a parte è un piacere leggerti
    Anzi…leggervi…E’ bello perché si sente tantissimo che tu non parli di te…ma di voi.
    Alex

  3. speakermuto dice

    Perché alle lesbiche, si sa, il maestro di sci serve solo per sciare, ché mica stiamo in un film con AnnaMaria Rizzoli :^)

  4. Dopo questa sequela di maltrattamenti, non mi resta che chiamare il telefono azzurro!
    … o è meglio quello arcobaleno?
    :-*

  5. Invece le famiglie di scapestrati nipponici che al posto dei figli hanno 5 cani, le vacanze le fanno a casa ma a casa qui, che in Giappone ci dobbiamo tornare a turno… ^_-
    Complimentissimi per il blog, l’ho scoperto da poco, l’ho letto tutto, davvero, mi piace molto. Siete una famiglia meravigliosa.

  6. Marta dice

    Ammirazione totale. Come mi capita davanti a tutti i genitori in gamba.

    E buon divertimento a tutti!

  7. simo glo zoe dice

    insomma! vedo anche anche voi, come noi, avete una vita trasgressiva! da brave mamme arcobaleno!
    grandi ragazze! un bacio da simo glo e zoe

  8. FRANZ dice

    Ah, il senso della famiglia… proprio da poco, a tavola: io, i miei fratelli e i genitori. I genitori, preoccupati perché mio fratello minore è single, dicono quanto per loro la famiglia sia un valore, e quanto siano preoccupati che per lui non sia così. Fanno i confronti con mia sorella, sposata e con figli, e dicono “ecco, per lei è un valore”. Scoppio a ridere: “e di me cosa dite??” Mi sorridono e non rispondono. Mai stata sposata, una figlia fatta troppo presto, convivo con un nuovo compagno. E’ un valore?? machissenefrega, io sto bene.

Rispondi