Nuda veritas
11 Commenti

Sono una lesbica atipica

E va bene. Lo ammetto. Ho i capelli corti, ma li avrei sempre desiderati lunghi. Purtroppo assomigliano a quelli di Medusa e oltre i 10 cm fanno apparire la mia testa come un rettilario ambulante.

Mi piacciono i pantaloni militari coi tasconi e gli anfibi, ma se potessi, indosserei sempre intimo di pizzo e seta.

Amo cucinare [oltre che mangiare], ma con il bricolage sono una schiappa totale. L’ultima volta che ho provato ad appendere un quadro ho distrutto 1 mq d’intonaco.

Non disprezzo i trucchi [ma non gli inganni], ma la mattina faccio fatica persino a lavarmi il viso.

Non ascolto Gianna Nannini, Renato Zero ed ero convinta che Emma Marrone fosse una nuova tinta del Pantone [rima involontaria].

Sono totalmente incapace di giocare a palla qualcosa. Al liceo ho finto per anni di soffrire di una rara forma di tallonite, pur di saltare l’ora di educazione fisica.

Ho un discreto talento alla guida [e una modestia inversamente proporzionale sull’argomento], ma odio pulire la macchina. Una sera, al posto di blocco, i vigili mi hanno mandata via, schifati, senza neppure chiedermi i documenti.

Sono mediamente pragmatica, ma con la testa tra le nuvole. E infatti…

Ieri sera dovevo andare a trovare un’amica che non vedevo da un po’. Prendo la macchina e mi accorgo di dover fare rifornimento. Un po’ seccata – ero in ritardo –  mi fermo al distributore.

Infilo afflitta 20 euro e seleziono la pompa. Prendo l’erogatore e cerco d’infilarlo, ma non entra. Riprovo, entra proprio male e chiamo un po’ scocciata il ragazzetto del distributore che stava finendo di chiudere l’area di servizio.

Il ragazzetto è il sosia di Pippo e arriva trascinando le scarpe

– Scusi, ma questa macchina a cosa va?

– A benzina

– Guardi, signora, che questo è diesel!

E mi guarda. Con un misto di compiacimento sprezzante e un sorriso ebete. Io faccio la gnorri.

– Oddio che sbadata! Sono proprio stanca [‘tacci tua]

– Vabbè, signora [‘tacci tua doppi]. Aspetti che esca la ricevuta di mancato rifornimento e poi torni domani, che ormai siamo chiusi

Aspetto che esca la ricevuta con attesa devota, come fossi un pellegrino a Lourdes. Niente. Passano i minuti. N i e n t e.

Richiamo il fratello figo di Pippo che torna con sorriso trasverso e sempre trascinando le scarpe

– Eh, signora, deve aspettare

Secondo me lo sapeva che c’era da aspettare il tempo di gestazione di una balena. Infatti, mentre sta finendo la frase, esce il dannato foglietto.

– Senti io sono di passaggio e domani sarò a 80 km da qui, puoi rimborsami la ricevuta?

– Beh, non so, siamo chiusi…

– Ascolta, non vuoi farmi passare la serata in questo distributore, vero? Per favore, fa appello al Pippo buono che è in te e ridammi i soldi che faccio benzina!

Pippo riparte – lesto questa volta – e ricompare con i 19,54 euro [importo della ricevuta]. Faccio benzina.

Mentre sto per ripartire, Pippo si avvicina e mi fa

– La prossima volta, signora, stia più attenta.

Sono una lesbica atipica, perché altrimenti, Pippo caro, ti avrei picchiato al primo signora. E non avrei sbagliato carburante.

Io e Magnum PI, gemelli diversi. Fotomontaggio by Agnese Slitti

E poi sì. Sono una lesbica atipica anche perché non sopporto i ray ban aviator. Mi fanno assomigliare a Magnum PI. Senza baffi.

11 Commenti

  1. Stavo per scrivere che neanche a me piacciono gli aviator, poi…un sussulto, sono miope da una vita ed ho portato un sacco di montature, tra cui…i Rayban Aviator! E non sapevo neanche come si chiamassero quando li ho scelti!!! AArrrghhh
    Facciamo così…ce ne sono di più tipiche e di meno tipiche, ciascuna c’ha la propria follia…e meno male!!

  2. Sono una napoletana “atipica” (Ma come? Sei di Napoli e non prendi il caffè? Non capisco: una napoletana che odia ‘o babbà? Cavoli: vieni da Napoli ma non sai cantare??) e una madre tipicamente incasinata e insicura. Da oggi sono anche una tua lettrice. Piacere di conoscerti/vi! 🙂

  3. Beh, a parte i capelli corti… Ce le ho tutte! Vorrà dire che anch’io sono una lesbica atipica, con buona pace del mio compagno ;D

  4. lenny dice

    allora, io da bambina passavo ore a calciare il pallone.. amo renato zero e gianna, amo talmente i rayban aviator che ho fatto in questa montatura gli occhiali da sole graduat. ho i capelli corti. odio cucinare e amo il bricolage… tutto questo da sempre.. eppure solo un anno fa, alla veneranda età di 27 anni ho capito come stavano le cose nella mia vita.. senza sapere che erano anni che entravo palesemente nei stereotipi “lellici” !!

  5. alessiox1 dice

    Be la versione stereotipata delle lesbiche dice che odiano gli uomini , ma non mi sembra il tuo caso visto che con un uomo ci hai fatto 2 figli.

Rispondi