Nuda veritas
8 Commenti

“Mamma, San Valentino è proprio una cretinata”

– Mamma, ma tu lo sai che la festa degli innamorati è proprio una cretinata?

– Si, lo penso anche io

– Oggi ci pensavo e ho fatto una ricerca su internet per capire perché tutti gli innamorati regalano le rose e altre cavolate.

In pratica si festeggia la storia di due tizi morti. Lei era cattolica, innamorata di un soldato pagano. Vanno dal Vescovo delle Termiti [leggi Terni n.d.r] e gli chiedono di sposarli in Chiesa. Proprio prima della cerimonia, lei si ammala di una malattia grave, ma il vescovo riesce a dichiararli marito e moglie prima che lei muoia. Alla fine muore lei e pure il soldato. E al vescovo i Romani gli tagliano la testa e il Papa lo fa Santo.

Cioè, ti rendi conto? Si festeggia un tizio morto che ha sposato due moribondi. A me non pare una cosa che porti fortuna. Anzi.

Se proprio volevano celebrare l’Amore, potevano inventarsi una storia più bella. E poi…tutti che vanno al ristorante e donano fiori. E magari solo per fare bella figura e nemmeno sono innamorati.

Secondo me è molto più bello come facciamo noi, che stiamo tutti insieme a guardarci un film sul divano e ci vogliamo bene davvero. Le due nane sul tappeto e io te e Nina sui cuscini.

L'Amore è...

Illustrazione by Marianna Marigo

Ecco. Posso ufficialmente ammettere che è il primo San Valentino che mi ha commosso.

Ah. Comunque auguri a tutti. A quelli innamorati per davvero. A quelli che ci sperano. E a quelli che…chissenefrega.

8 Commenti

  1. lenny dice

    Ariele ha una capacità critica fuori dal comune! Per me san Valentino e’ la festa x ki si vuole bene. Io x festeghiare, pranzo con mia sorella e mia nipote di mese.. e che già prima di nascere mi aveva rubato il cuore;-)

  2. E io che sono quella rospa che alle feste come queste neanche ci pensa (ma fa gli auguri di onomastico alle Valentine)… e lui che è quello che non ama le ricorrenze… e oggi torna da Roma come ogni venerdì ma si ferma dal dermatologo per togliere un (non so che) al collo e io mi preoccupo un po’ pero poi lo mando al cinese a prendere la cena perchè dopo i trattamenti Shiatsu la mattina e le lezioni d’inglese al pomeriggio, non ho voglia di cucinare … e lui mi passa un pacchettino… e io nell’aprirlo faccio cadere il bigliettino nella salsa di soja (sì, lo so, solo io!) e dentro c’è un cuoricino da appendere al cellulare … sono una merdaccia!?
    ma per me san valentino è tutti i giorni!
    (bella scusa eh?!)

  3. Hai detto una delle cose più belle 🙂 Ciò che conta davvero è il volersi bene e dimostrarselo tutti i giorni, non far finta perchè “lo fanno tutti” 😉

  4. A proposito di San Valentino. In questi giorni facevo una riflessione: pensavo a coloro che mettono i lucchetti per suggellare un amore. Sono persone che (oltre a rovinare monumenti, imporre agli altri le loro cose intime) non hanno dentro di se né qualità umane, né spirituali, né intellettive per lasciare ad una persona la libera scelta di stare con loro. Un altra dimostrazione dell’impoverimento della società.
    Detto questo, credo che dobbiamo – da un lato – rispettare tutti – dall’altro – cercare di fare capire che cosa conta veramente tra due persone: sia in amore che in amicizia.
    Così penso tu stia facendo con le tue creature.

    • Personalmente i lucchetti non piacciono nemmeno a me, ma se non disturbano i munementi, non li ostracizzo. Ognuno trova il modo migliore di comunicare 😉 che è ciò che provo a fare con i bimbi. Grazie 🙂

Rispondi